Formaggio fuso, tutti i trucchi per evitare errori banali: fate come noi

Lo usiamo per preparare diverse ricette, dagli antipasti ai seocndi piatti, ma il formaggio fuso può diventare un disastro. Imparate come fare

Non solo con la pasta, ma il formaggio fuso è una delle tecniche più diffuse per insaporire un piatto. Facciamo presto a dirlo, ma è così facile anche da preparare? Sì, a patto però di conoscere qualche trucco e quindi di evitare alcuni errori comuni nei quali sono caduti tutti, forse anche voi.

Partiamo da una considerazione di base che vi tornerà sempre utile: tutti i formaggi sono buoni ma non tutti i formaggi sono adatti per essere fusi. Ad esempio i formaggi freschi sino molto meglio di quelli stagionati perché contengono una percentuale maggiore d’acqua. Se fondiamo un formaggio in pratica separiamo le caseine che hanno favorito la cagliata e quindi maggiore è il liquido migliore sarà il risultato finale.

Ma qual è il metodo migliore per un ottimo formaggio fuso? Ce ne sono molti, ma il più sicuro rimane il bagnomaria che rispetta appieno la materia prima e ci fa ottenere un risultato perfetto rispettando i tempi giusti. Serve ad esempio quando dobbiamo condire una pasta oppure preparare una deliziosa fonduta.
Come muoversi per il bagnomaria? Cercate di tagliare il formaggio in pezzi regolari, poi riempite una pentola con acqua e scaldatela, mettendo poi sopra una ciotola grande in modo da evitare che il contenuto cada all’interno della pentola.
Quando l’acqua arriva al punto di ebollizione abbassate la fiamma e mettete sopra la ciotola facendo attenzione che l’acqua non arrivi mai a toccate il fondo del contenitore. A quel punto versate i pezzi di formaggio e mescolate continuamente fino alla completa fusione del formaggio.

Formaggio fuso, tutti i trucchi per evitare errori banali: padella e microonde

formaggio
Foto Canva

Ma ci sono anche altri metodi, ugualmente efficaci, per il formaggio fuso. Ad esempio con una padella antiaderente, con o stesso metodo. Tagliate il formaggio a cubetti poi versatelo nella padella e scaldatela sul fornello più piccolo mettendo il fuoco al minimo.
Quando il formaggio sarà quasi fuso occorrerà aggiungete due cucchiai di latte e mescolate continuamente con una paletta di legno facendo o una spatola per non farlo attaccare al fondo.

Ma c’è anche il forno a microonde che fa pure risparmiare tempo. Tagliate sempre il formaggio a cubetti e prendete una ciotola: Versate circa 25-30 ml di latte e il formaggio, chiudendo poi con la pellicola per microonde. Poi accendetelo alla massima potenza per 30 secondi, riaprite e date una girata. Se non è ancora perfettamente sciolto chiudete di nuovo con la pellicola e fate andare il microonde per 20 secondi continuando fino a quando il formaggio sarà perfettamente fuso. In un paio di minuti dovreste essere a posto.

microonde
Foto Canva

Infine ricordate che il formaggio fuso solidifica molto rapidamente. Per scongiurare questo problema, aggiungete la puntina di un cucchiaio di maizena e qualche goccia di limone mentre fate fondere il formaggio.