Come riutilizzare il pesto in cucina? Mille idee vegetariane per stare bene

Non solo pasta: possiamo riutilizzare il  pesto anche per accompagnare tantissime altre ricette in cucina, con quel suo gusto così delicato e saporito

La cucina vegetariana è una fucina di tante idee diverse e originali, anche quando si tratta di riciclare un ingrediente che tutti amiamo, come il pesto. Perché può succedere che lo avanziamo, oppure che abbiamo voglia di prepararne un po’ di più. Certamente la pasta è la sua destinazione principale ma non l’unica. E allora vediamo insieme come possiamo utilizzarlo anche per preparare altri piatto, dandovi anche un paio di ricette.

Non tutti ci pensano, ma il pesto è un ideale anche per preparare una pizza buona, leggera e anche molto nutriente. La mozzarella è preparata senza caglio, quindi è uno dei formaggi che anche i vegetariani possono mangiare e insieme al pesto sarà un sapore speciale alla vostra pizza.
Ma come il pesto sposa benissimo la pasta, lo fa anche con il riso. Un condimento azzeccato perché fa da legante con gli altri ingredienti senza coprirli: piselli, fave, spinaci, con un fondo di salsina al basilico saranno esaltati.
Inoltre perché non pensare al pesto per preparare una rotta rustica o salata, una frittata o ancora come fondo per i crostini da servire in un buffet?

Come riutilizzare il pesto in cucina con la pizza e il riso

pizza
adobestock

E allora vediamo insieme un paio di ricette veloci anche a base di pesto. Dopo aver preparato la base per la pizza, nel classico modo, e il pesto seguendo la ricetta che conoscete, passate alla fase due, quella della preparazione e della cottura.

Stendete l’impasto come le mani o il mattarello, poi condite solo con la mozzarella e un filo d’oli extravergine (ma l’uso della passata di pomodoro non è vietato). Infornate in forno già caldo a 230° per circa 15-16 minuti. Quando la pizza sarà pronta, spalmate il pesto perché non deve cuocere, poi una generosa dose di parmigiano grattugiato e ancora un giro ds’olio.
Da questa base potete anche partire per arricchirla aggiungendo delle patate tagliate a fette sottili, delle melanzane, dei peperoni, i classici friarielli, o ancora dei pomodorini secchi.
La seconda ricetta è il riso freddo al pesto con olive e pomodorini. Per quattro persone servono 320 grammi di riso, 3 cucchiai di pesto, 3 cucchiai di olive nere (tipo taggiasche), una decina di pomodorini piccadilly o pachino, basilico, olio extravergine d’oliva e un po’ di sale.

Dopo aver cotto il riso, fatelo raffreddare e poi preparate il condimento. Lavate i pomodorini e tagliateli in quattro, conditeli in una ciotola con un pizzico di sale e un filo di olio extravergine, poi aggiungete le olive taggiasche.


Unite anche il riso e mescolate bene, poi mettete in frigorifero. Prima di portarla a tavola, aggiungete qualche foglia di basilico spezzettata a mano e poi ancora un filo d’olio extravergine e un pizzico di sale.