La dieta di Marcell Jacobs. Ecco come mangia l’uomo più veloce del mondo

Marcell Jacobs è ufficialmente l’uomo più veloce del mondo. Scopriamo qual è la sua alimentazione vincente.

Il nome di Marcell Jacobs, qualora ce ne fosse bisogno, da quest’anno rimarrà senza alcun dubbio nella mente e nel cuore di tanti. Si tratta infatti del campione olimpico che a Tokyo 2020 ha fatto sognare tutti correndo a velocità incredibili e aggiudicandosi ben due medaglie e tanta ammirazione.

Un’atleta nato in Texas ma cresciuto in Italia e, più precisamente, a Desenzano sul Garda. Amante dello sport a tutto tondo, si è sempre cimentato in qualcosa, scoprendo all’età di 10 anni lo sprint. Da lì, il suo amore per la velocità lo ha portato ad allenarsi, gareggiare e diventare l’uomo che oggi stanno tutti acclamando. Un uomo che per sua stessa ammissione deve i suoi risultati sia al suo essere indiscutibilmente portato per la corsa che agli allenamenti serrati e, non ultima, la dieta.

Jacobs, infatti, ha più volte dichiarato di tenere molto a ciò che mangia, definendo il cibo come la benzina che dona energia agli atleti. Motivo per cui la sua alimentazione è senza alcun dubbio equilibrata ed improntata a rendere migliori le sue performance fisiche. Ma cosa mangerà mai uno sportivo come lui per essere sempre in splendida forma? Scopriamolo insieme.

La dieta di Marcell Jacobs, ecco cosa mangia l’atleta

Marcell Jacobs
Foto da Instagram @crazylongjumper

Marcell Jacobs è sicuramente un esempio di disciplina e di costanza. Grazie ad allenamenti mirati è infatti riuscito ad incantare tutti con il suo modo di correre e, ovviamente, con i risultati raggiunti. A ciò si unisce anche un’alimentazione sana e che mira ad offrire all’organismo i giusti nutrienti.

LEGGI ANCHE -> Svelato il segreto della forma fisica di Alessandra Amoroso: come ha fatto la cantante a dimagrire

Per scoprire cosa mangia l’atleta, qualche tempo fa, la chef stellata Cristina Bowerman si è recata a casa tua con lo staff di Maker Faire Rome al fine di scoprire cosa contiene il suo frigo. Com’è facile immaginarsi da uno sportivo, questo era ricco di verdure e di proteine ma anche di alcuni legumi.

Parlando di ciò che mangia ogni giorno è emerso che Jacobs, per iniziare, beve molto arrivando persino ai 4 litri di acqua. Numeri che ovviamente sono rapportati ai tanti liquidi che consuma correndo e che non vanno emulati se si conduce uno stile di vita. Ciò che conta per star bene, infatti, è mantenere una corretta idratazione che di solito si raggiunge con circa due litri di acqua al dì.

Al bere si aggiunge ovviamente anche il mangiare che per Jacobs è per lo più concentrato sulle proteine, il tutto aggiungendosi a verdure, legumi e altri carboidrati a lascio rilento che con l’apporto dei giusti grassi rendono la sua dieta bilanciata.

Il suo regime alimentare è infatti ferreo. E lo è al punto che anche l’atleta ha detto di sentire la differenza quando, lontano dagli allenamenti, tende a lasciarsi andare. In quei fatti sente sempre fame a causa del cibo ricco di calorie vuote e ben distante da quello sano che andrebbe invece consumato di norma. I suoi sfizi, per questo motivo, sono quindi limitati nel tempo.

Ce n’è uno, però, che Jacobs si consente almeno una volta a settimana e al quale non rinuncia e si tratta della pasta all’amatriciana. Un piatto che si concede in grandi proporzioni (circa 250 g di pasta) e dopo il quale è solito tornare a regime per offrire il meglio al suo corpo.
Dopotutto, sappiamo bene come un pasto extra ogni tanto faccia bene a fisico e mente e non vada per questo eliminato (salvo patologie particolari e diverse indicazioni da parte del medico).

LEGGI ANCHE -> La dieta di Orietta Berti che le ha permesso di perdere 10 chili in poco tempo

Per concludere, quindi, Jacobs, consuma molte proteine, mangia cibi sani e naturali e beve molto. Il tutto godendosi qualche peccatuccio di gola di tanto in tanto. Uno stile alimentare che gli consente, grazie anche ai duri allenamenti che fa ogni giorno, di recuperare più in fretta, di sentir meno la stanchezza e di dare il meglio nello sport. Cosa che ha ampiamente dimostrato in queste olimpiadi.