Sonia Bruganelli, dietro l’aereo privato c’è il dolore di una madre: voi non lo fareste?”

In un post su Instagram, Sonia Bruganelli torna a parlare del suo aereo privato e dei molti commenti malevoli che le sono stati dedicati ma le cose non stanno come sembrano.

Anni fa aveva già chiarito la sua posizione rispetto ai leoni da tastiera, gli haters che scorrono centinaia di foto solo per insultare il vip di turno:

“Mi vogliono insultare? Lo facciano. Io non tolgo i commenti e anzi mi diverto a leggerli. Perché poi tra di loro nascono una serie di dibattiti e addirittura ci sono anche quelli che mi difendono. Per cui adesso a parte tre o quattro “odiatori” incalliti, dietro i quali secondo me si nasconde qualcuna a cui ho rubato il fidanzato o qualcun altro che lavorava con noi e poi se ne è andato, sono abbastanza tranquilla”.

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis e imprenditrice di successo, non ama le mezze misure e risponde sempre in modo diretto ai complimenti ma anche alle accuse.

Recentemente l’occasione di dire la sua si è ripresentata proprio in seguito a una polemica.

Un video che la immortalava sul suo aereo privato in compagnia del giornalista Gabriele Parpiglia ha dato modo a molti di criticare Sonia. La futura opinionista del Grande Fratello Vip è stata accusata di ostentare la sua ricchezza ma, mai come in questo caso, non è tutto oro quello che luccica.

Sonia Bruganelli, il segreto dietro l’aereo privato

Foto da Instagram @
soniabrugi

Nelle ultime ore Sonia Bruganelli ha colto l’occasione di un nuovo viaggio sul suo aereo privato per mettere i proverbiali “puntini sulle I”.

Nel post si legge quanto segue:

“Quando vi “incarognite” per l’aereo privato sappiate che è anche un modo per poter rendere la vita più facile a Silvia. Chi di voi se potesse non lo farebbe?????? #dedicatoavoi

Non si nasconde la moglie di Bonolis: certo, un aereo privato è un lusso (perché negarlo) ma anche i lussi si scelgono e Sonia e Paolo hanno scelto l’aereo anche per una questione pratica.

Silvia, primogenita di Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli, è nata con un problema cardiaco grave. Fortunatamente si è potuti procedere subito a un intervento ma l’operazione era delicata e ha comportato dei danni motori. Come ha spiegato proprio la Bruganelli in una recente intervista:

Dopo l’operazione ha avuto un’ipossia cerebrale che le ha comportato dei danni motori. Aveva solo un danno cardiaco che era stato sistemato con l’operazione. Purtroppo l’intervento era talmente complicato che ha avuto un infarto e danni neurologici, per fortuna non cognitivi”

LEGGI ANCHE –> Sonia Bruganelli, la struggente confessione: quello che non aveva mai detto sulla figlia

L’aereo è divenuto allora un mezzo per consentire a Silvia di viaggiare con maggior facilità e a evidenziarlo giunge anche Tommaso Zorzi in un commento:

“Vi ho vissuti da vicino e conosco l’impegno che ci mettete per accorciare la distanza tra Silvia e la vita di tutti i giorni. E chiunque lo faccia, a prescindere dai mezzi, merita rispetto. Salutami Silvietta mia ❤️”

Non tutti i lussi sono dunque semplicemente fini a se stessi. Anche qualora lo fossero ovviamente nulla di male, beati solo chi se li può godere, ma questo caso in particolare cif a capire forse come, qualche volta, sarebbe meglio tacere, anche da dietro la tastiera.