Kate Middleton contro tutti: il gesto per l’8° compleanno di George

8° compleanno di george
(Instagram)

L’8° compleanno di George è arrivato: secondo le voci che si sono rincorse negli ultimi giorni sarebbe stato un compleanno diverso dai soliti, ma mamma Kate ha tirato fuori le unghie e ha difeso il futuro Re dalle critiche negative.

Tutti i reali d’Inghilterra hanno delle passioni: quella della Regina sono i cavalli da corsa, quella del Principe Carlo è la botanica, quella di Camilla è la lettura, quella di William e George è il calcio. E quella di Kate? Kate Middleton è sempre stata appassionata di fotografia ma, negli ultimi anni, la Duchessa di Cambridge ha fatto passi da gigante, diventando la ritrattista non ufficiale di tutti i membri della Royal Family. 

Sono stati scattati direttamente da lei, infatti, tutti i ritratti dei piccoli Cambridge, ma anche alcuni degli ultimi e più commoventi ritratti del Principe Filippo.

Una tradizione che Kate ha instaurato ormai da qualche anno consiste nel celebrare i compleanni della famiglia Cambridge con fotografie ufficiali che vengono pubblicate sui profili Instagram della famiglia.

Quest’anno però la tradizione sembrava in serissimo pericolo. Secondo alcune voci, che hanno cominciato a diffondersi dopo la finale degli Europei, la foto di George quest’anno non sarebbe stata pubblicata. Ecco come sono andate le cose.

La foto per l’8° compleanno di George messa in dubbio a causa delle critiche ricevute dal Principe

Baby george finale europei
(Instagram)

Il Principe George di Cambridge, esattamente come suo padre e suo zio Harry, ha una vera e propria passione per lo sport e ha cominciato a manifestarla fin dai primi anni della sua vita.

Secondo quanto hanno raccontato le voci dei soliti “bene informati”, il Principe George ha letteralmente dato il tormento ai suoi genitori per andare a vedere le partite degli Europei che sono state giocate in Inghilterra e i Cambridge, alla fine, lo hanno accontentato.

Il problema non è stata la partecipazione del Principe, e nemmeno la sua esultanza forse un po’ “smodata” per un reale. Gli è stato perdonato tutto, tranne un dettaglio: il Principe George si è presentato allo stadio in divisa ufficiale, una versione in miniatura del completo che indossava suo padre e che portavano anche gli altri rappresentanti dell’Associazione Inglese di Football, di cui William è presidente.

Anche se da corte è arrivata la notizia che è stato proprio il bambino a scegliere il suo outfit per la giornata, sono arrivate moltissime critiche: secondo molti il Principe George avrebbe dovuto indossare una maglietta e un paio di pantaloncini, come molti altri tifosi e soprattutto come tutti gli altri bambini della sua età.

Leggi Anche => Tutti i (molti) retroscena della presenza di George alla finale degli Europei

A causa di queste critiche si era temuto che William e Kate decidessero di proteggere il futuro Re dall’esposizione mediatica e che “saltassero” la pubblicazione della sua foto di compleanno.

A quanto pare, invece, Mamma Kate non si è affatto lasciata intimorire e ha deciso di fare un gesto molto deciso per proteggere sia il ruolo sia la libertà di suo figlio.

La foto che ha preannunciato il compleanno di George è uscita puntuale come ogni anno e contiene anche un commovente riferimento al Principe Filippo.

8° compleanno di baby george
(Instagram)

Il Principe George è stato infatti immortalato seduto sul cofano di una Land Rover, la stessa che sua nonna ama ancora guidare (e che ha imparato a riparare lavorando come meccanica durante la Seconda Guerra Mondiale) ma è anche un’auto simile a quella che ha trasportato la bara del Principe Filippo nel corso dei suoi funerali e che il Principe aveva contribuito a progettare.

Con questa fotografia di suo figlio felice, sereno e sorridente, Kate Middleton dimostra che il futuro Re non ha motivo per nascondersi e che la famiglia Cambridge è unita, compatta e serena nel sostenere il proprio bambino tenendolo al riparo dagli haters. Come lo faranno? Con la stessa strategia che ha permesso per secoli alla monarchia di sopravvivere e per 70 anni alla Regina Elisabetta di regnare: ignorare le chiacchiere perfide, sorridere e andare avanti.