Trucchi vincenti per la torta in padella: finalmente ora sarà più semplice

ricetta dolce
adobestock

La cottura della torta in padella sta prendendo sempre più piede ed è meno complicata di quello che potete pensare. Seguite i nostri consigli

Uno dei modi più innovativi per cuocere una torta, specialmente quando fa caldo, è usare la padella. Ma se il forno fa il suo lavoro senza bisogno che lo controlliamo spesso, non così è per questo metodo. Dobbiamo verificare ad esempio che il calore sia distribuito in maniera uniforme e che il nostro dolce lieviti nel modo giusto. E allora vi sveliamo tutti i trucchi vincenti per cucinare la torta in padella senza combinare disastri.

->> LEGGI ANCHE Torta al cioccolato con l’ingrediente segreto impensabile: la sua morbidezza ti stupirà!

1. La padella e il coperchio

Sembra banale dirlo, ma uno dei trucchi più importanti è sceglierla padella giusta e l’unico modello è quella antiaderente e della dimensione giusta. Diciamo che 24, massimo 26 centimetro di diametro dovrebbero andare bene per un impasto classico.
Questo per favorire una perfetta lievitazione e crescita in cottura. Se scegliete una padella troppo piccola, il risultato sarà quello di avere una torta più alta che larga. Al contrario utilizzando una padella troppo larga, il risultato finale potrebbe essere un dolce piatto e senza quella morbidezza tipica.

Fondamentale è che la padella sia con i bordi alti. Altrimenti in fase di lievitazione l’impasto arriverebbe fino al coperchio attaccandosi. E così, quando lo solleviamo, succederà un disastro che invece possiamo evitare.
Se è importante la scelta della padella, lo è altrettanto quella del coperchio. Serve a far rimanere il calore all’interno della padella, distribuendolo in modo omogeneo, come avviene naturalmente nel forno,. Quindi almeno nella fase iniziale, il coperchio serve.

Trucchi vincenti per la torta in padella: come curare tutte le fasi dell’impasto

2. L’impasto e i suoi tempi


Per la torta cotta in padella, l‘impasto è quello classico a base di farina, zucchero, uova, burro e latte, modulati a seconda della ricetta che preparate. Ma un trucco vincente è quello di lavorare molto bene le uova insieme allo zucchero fino a quando diventano spumose. Inoltre il composto non deve risultare né troppo liquido né denso.
E i tempi della cottura?

Versate l’impasto in padella, accendete a fiamma bassa tenendo il coperchio per almeno 15 minuti in modo che il lievito inizi la sua azione facendo salire il dolce. Poi scoperchiate sollevando con delicatezza i bordi con una spatola piatta.
Quando sulla superficie appariranno le prime bollicine, dovete far girare la torta. Spostate quindi la padella dal fuoco e aiutandovi con un coperchio un piatto grande capovolgete la torta facendo,a poi scivolare nuovamente in padella, un po’ come succede con la frittata. In ogni caso potete fare sempre la classica prova dello stecchino.

->> LEGGI ANCHE Torta di albicocche soffice e profumata: la ricetta dell’estate velocissima e facile

3. Se la torta si attacca

Uno dei rischi più grandi per la torta in padella è che la base si attacco al fondo e quindi sia poi più difficile da staccare e da girare. Ma il trucco è facilissimo: ungete la base della vostra padella con olio o con burro per evitare che il fondo si attacchi.

adobestock

Oppure la classica carta forno che servirà anche a sollevarla quando arriverà il momento di capovolgerla.