Hai della pasta avanzata? Ti sveliamo come riutilizzarla per non fare sprechi

pasta in padella
fonte foto: Adobe Stock

Scopri come riutilizzare la pasta avanzata per creare piatti nuovi, gustosi e perfetti per evitare sprechi.

La pasta è tra i cibi più amati dagli italiani. Si tratta quindi di un piatto che viene preparato quasi ogni giorno ed in modi sempre diversi. Di diversi formati e qualità, è in grado di dar vita a piatti sempre diversi che combinandosi ai tanti ingredienti disponibili sono così tanti da poter riempire un intero anno senza mai ripetersi.

Peccato solo che ogni tanto, il detto “l’occhio è più grande della pancia” si mostri più che vero, portando a cucinare porzioni di pasta impossibili da mangiare. In questi casi, specie se non si ama fare sprechi, può essere di grande aiuto affidarsi ad un po’ di inventiva e trasformare la pasta avanzata in pentola in qualcosa di nuovo e possibilmente ancor più gustoso.

Per chi non lo sapesse, infatti, esistono diversi modi di riutilizzare la pasta avanzata. E ciò vale sia per quella ancora da condire che per quella condita. Un vero aiuto in cucina ma anche un modo per sperimentare sapori che altrimenti non si sarebbero mai esplorati.

Come riutilizzare la pasta avanzata creando piatti più che buoni

frittata di pasta
fonte foto: Adobe Stock

Quando si prepara la pasta, specie se si hanno ospiti a tavola, orientarsi con le quantità può essere davvero difficile. Ciò porta a ritrovarsi con diverse porzioni ancora in pentola. E la cosa vale sia con paste ancora da condire che con quelle già belle e pronte da gustare.

Cosa fare, in questi casi? La buona notizia è che ci sono diversi modi per tornare a mangiare la pasta in modo diverso. Modi che possono dar vita a ricette ancor più golose dell’originale. Scopriamo quindi quali sono le idee più semplici e al contempo golose per usare la pasta avanzata evitando così di fare sprechi.

LEGGI ANCHE -> Ti è avanzato il risotto? Ti sveliamo come trasformarlo in piatti così buoni da leccarsi i baffi

La pasta risaltata in padella. Non tutti lo sanno ma, sopratutto quando si ha della pasta corta già avanzata e condita, un buon modo per tornare a gustarla è quello di ripassarla in padella. Ciò non porterà infatti solo a scaldarla ma le conferirà un sapore ancora più buono. Basta cuocere il tutto con una noce di burro e aggiungere del pepe e del parmigiano per godere di un piatto con sfumature nuove e che piacerà a tutti.

La frittata di spaghetti. Quando ad avanzare sono gli spaghetti (sia conditi che non), un buon modo per dargli nuova vita è quello di realizzare un’ottima frittata. Piatto molto usato al sud, prevede tra gli ingredienti la pasta avanzata (meglio se tagliata) e delle uova. Cuocendoli insieme e aggiustando il tutto con olio, spezie e, ovviamente, parmigiano, si otterrà un piatto così buono da desiderare di ritrovarsi ancora con degli avanzi da usare.

I muffin di pasta. Qui il procedimento è simile a quello della frittata (andrà aggiunto però del pangrattato) ma prevede di inserire il tutto nei pirottini di muffin. In questo modo si otterrà un piatto simpatico e diverso dal solito che risulterà piacevole anche ai più piccoli. In genere più adatto agli spaghetti può essere provato anche con pasta integrale corta.

I supplì di pasta. Se si ha voglia di portare un po’ di colore in tavola si può optare per degli arancini di pasta. Questi andranno conditi con formaggio, parmigiano e spezie e avvolti nel pangrattato. Il condimento, ovviamente, varierà a seconda della pasta di partenza. Se questa è già condita si potrà valutare di aggiungere solo il parmigiano, se bianca si potrà invece osare di più. A questo punto basterà friggerli per ottenere dei supplì buoni e diversi dal solito.

Il timballo di pasta. Un altro modo allegro e colorato per gustare la pasta avanzata? Il classico timballo. Se la pasta è già condita basterà mescolarla con un filo d’olio e del parmigiano. Se bianca, meglio aggiungere sugo e formaggio o solo quest’ultimo in gran quantità. A questo punto basterà mettere il tutto in teglia, cospargere di parmigiano ed ottenere un timballo così buono che tutti ne vorranno una seconda porzione.

Le lasagne di tagliatelle. In caso di tagliatelle, si possono realizzare delle lasagne, rimescolandole un po’ con i condimenti preferiti e sistemandole per bene in una teglia. Infornare il tutto e appena pronti saranno pronti da gustare.

Il tortino di pasta. Un altro metodo infallibile è quello di usare la sfoglia per crerare un tortino di pasta. Aggiungere al tutto delle verdure e delle proteine a scelta tra carne, uova e formaggio e si otterrà un piatto unico da poter servire sia come assaggio (per un antipasto) che come portata principale. Una scelta che soddisferà tutti.

LEGGI ANCHE -> Il parmigiano è diventato duro? Ti sveliamo come usarlo per evitare sprechi

Trovare dei modi alternativi per gustare la pasta avanzata, impedisce di fare inutili sprechi e rende al contempo la cucina molto più divertente. Con un po’ di fantasia, infatti, i piatti da gustare saranno tanti da non avere più limiti. E ciò consentirà di portare cibi nuovi e di variare e portare colore e allegria in tavola.

Unica accortezza, quella di ricordare che una volta riutilizzata eventuali avanzi di pasta non potranno essere rielaborati nuovamente. In caso ce ne sia ancora tanta è quindi preferibile fare porzioni abbondanti.

Detto ciò, non resta che mettersi all’opera. L’ideazione di piatti nuovi e l’esperienza di gusto che si otterrà da essi, sarà tale da far accogliere ogni successivo avanzo con un moto di gioia.