Vuoi uno spuntino che ti sazi davvero? Ti sveliamo come prepararlo

donna con yogurt
fonte foto: Adobe Stock

Ci sono spuntini che saziano e altri che fanno venire ancora più fame. Scopriamo la differenza e impariamo a creare uno spuntino buono e al contempo in grado di saziare come si deve.

Quando si sceglie di fare uno spuntino, il più delle volte, il motivo è legato ad un improvvisa fame o alla consapevolezza di non riuscire ad arrivare fino al pasto successivo senza sentire la pancia che brontola. Certo, a volte si finisce con il prepararsene uno solo per gola o per voglia di assaggiare qualcosa di buono.

Qualunque sia il motivo, ciò che si sceglie di mangiare può fare la differenza. Ci sono infatti spuntini in grado di saziare velocemente ed altri che, al contrario, sono in grado di far sentire ancora più fame. Per questo motivo, oggi, analizzeremo le differenze e impareremo a creare lo spuntino perfetto. Quello che sia sano, goloso e sopratutto saziante.

Cosa rende uno spuntino più saziante di un altro? Ecco ciò che dovresti sapere

Sarà capitato a tutti di trovarsi con un leggero languorino, optare per una merendina golosa e sentire un vortice aprirsi nella pancia. Una situazione strana che il più delle volte porta a divorare ben più di una sola merenda, lasciando poi con uno spiacevole senso di colpa.

Ebbene, quando ciò avviene la colpa è quasi sempre di ciò che si mangia. Gli alimenti ricchi di zuccheri raffinati (come le classiche merendine) hanno infatti la capacità di innalzare rapidamente la glicemia e a farla crollare altrettanto in fretta per via dell’insulina che l’organismo è costretto a produrre e a mettere in circolo. Ciò (oltre ad infiammare e a far prendere peso) porta anche a sentire ancora più fame. Una sorta di circolo vizioso dal quale, senza le giuste informazioni, è impossibile uscire.

LEGGI ANCHE -> Colazione in hotel? Ti sveliamo come gestirti se sei a dieta

Per fortuna, basta conoscere ciò che si mangia per invertire questa tendenza ed imparare a consumare spuntini super golosi ma al contempo in grado di appagare e saziare.
Spuntini che oltre a contenere una dose di carboidrati (possibilmente non raffinati o provenienti da zuccheri) vantano anche un buon quantitativo di proteine e di grassi buoni. Cosa che rende il pasto bilanciato ed in grado di saziare e donare sia energia che buon umore. Scopriamo quindi come creare degli spuntini praticamente perfetti e da poter gustare in base al desiderio del momento e alle circostanze.

Spuntini che saziano davvero. Ecco come prepararli

donna con avocado toast
fonte foto: Adobe Stock

Come già anticipato, per far si che sazi davvero, uno spuntino deve contenere carboidrati provenienti dalle giuste fonti, proteine magre e grassi buoni. Certo, ogni tanto si può fare un’eccezione ed anche in quel caso si possono adottare scelte in grado di evitare di sentire ancora fame. Ma procediamo per gradi e iniziamo con qualche esempio di spuntini sia dolci che salati da poter fare sia a casa che fuori.

Spuntini dolci e bilanciati

  • Uno yogurt magro (anche di soya) senza zucchero con un paio di noci
  • 150 g di yogurt greco senza zucchero con frutta fresca
  • Una fetta di pane integrale con due cucchiai di yogurt greco e un velo di marmellata

Spuntini salati e bilanciati

  • Un piccolo avocado toast
  • Un panino integrale con formaggio magro e insalata
  • Un succo d’arancia senza zucchero e due cubetti di parmigiano

Se ci si trova fuori si può facilmente optare per uno yogurt o se non si ha modo di acquistare nulla si può portare con se una manciata di frutta secca. Si tratta di grassi buoni che in quanto tali hanno un buon potere saziante offrendo energia all’organismo. Se non si è allergici al nichel rappresenta sempre una buona soluzione.

E se ci si trova tra amici e si opta per qualcosa di non bilanciato?
Se si mangia del cioccolato fondente si può contare sui suoi grassi buoni che parità di un pasto poco bilanciato dovrebbero comunque aiutare a raggiungere un buon senso di sazietà.

LEGGI ANCHE -> Non perdi peso? Forse stai mangiando dei cibi che contendono zuccheri nascosti. Scopri quali sono

In estate, però, lo spuntino più frequente che ci sia è ovviamente il gelato, solitamente ricco di zuccheri. Ormai sono tante le gelaterie che ne offrono di qualità e che vantano pochi zuccheri e di origine diversa. Qualora non si potesse scegliere, uno sgarro di tanto in tanto non uccide nessuno. Per saziarsi, basterà optare per la coppetta evitando così gli zuccheri della cialda e preferire un gelato alla crema a quello alla frutta che di solito (a meno di non rientrare tra quelli sani) ha più zuccheri. Infine, un po’ di panna, aiuterà a rallentare l’immissione degli zuccheri nel sangue e ciò eviterà di sentire una gran fame poco dopo.

Imparare a mangiare per trovare energia e per saziarsi è sicuramente piacevole oltre che motivante. Ciò che conta è farlo sempre con equilibrio e senza mai anteporre a questo i momenti da passare con le persone che si amano.