Vuoi sapere qual è l’ultimo trend dell’estate? Il bikini al contrario!

trend estivo bikini al contrario
Collage da Instagram @kendalljenner

Manca poco alla fine dell’estate ma i trend in fatto di moda mare non sono terminati. Vuoi conoscere l’ultima tendenza in fatto di costumi che sta spopolando tra le influencer di tutto il mondo? Il bikini al contrario!

Siamo arrivati alla metà di luglio. Per molti le vacanze estive devono ancora cominciare, per altri sono già finite. Nonostante ciò, l’estate è una di quelle stagioni che crea trend su trend dall’oggi al domani.

E proprio di questo parleremo nella guida di stile di CheDonna di oggi, di una tendenza in fatto di moda mare nata da pochissimo.

Anche se le vostre ferie si stanno per concludere, e state già preparando il vostro armadio autunnale, non potete farvi sfuggire questo trend, e magari utilizzarlo negli ultimi giorni di vacanze al mare!

LEGGI ANCHE:Cardi B colpisce ancora! Ecco il nuovo modello di sneakers Reebok ispirato alla rapper americana!

Siete curiose di sapere qual è questa tendenza di cui tutti parlano e che sta spopolando tra le influencer, star e modelle di tutto il mondo? Il bikini al contrario!

Vediamo bene di cosa si tratta, chi lo sta utilizzando in maniera esemplare e come ricrearlo in pochissimi passi. In questa guida di stile targata CheDonna, che come sempre vi aggiorna sulle ultime tendenze nel mondo!

Il bikini al contrario è il trend del momento. Ecco chi lo indossa e come ricrearlo!

Bikini trend
Collage da Instagram

Chi vive nel mondo dei social, ed è anche appassionato di moda, sa che spesso e volentieri i trend più gettonati sono quelli lanciati dalle influencer del momento. 

Spesso, questi trend, nascono da un idea del momento, o da una necessità. Ma una volta “postata” la foto che ritrae una influencer indossare un determinato capo in un determinato modo, viene sancita nella storia una nuova tendenza, da copiare e utilizzare assolutamente.

Questo è proprio ciò che è successo con il trend in fatto di costumi mare protagonista della nostra guida di stile di oggi.

Kendall Jenner e Kylie Jenner, le sorelle modelle e imprenditrici americane, rinomate per avere un seguito sui social importantissimo, sono tra le fautrici di questo trend: il bikini al contrario. 

Ma nello specifico, che cosa si intende per bikini al contrario? Si intende che il pezzo superiore di un bikini, generalmente quello definito “a triangolo”, viene indossato “sottosopra”. La parte del costume arricciato, che generalmente andrebbe sotto al seno, dove passerebbe il laccetto che permette al costume di essere allacciato sulla schiena, viene indossato sulla scollatura. In questo modo, invece di formare la classica sagoma a triangolo, che copre in maniera più estesa il décolleté, il bikini crea una specie di forma a conchiglia. Così facendo, il bikini coprirà lo “stretto necessario”, ossia l’area intorno al capezzolo e lascerà scoperta la parte inferiore, superiore e interna del seno.

Questa tendenza, oltre a dare l’impressione di avere un nuovo costume, lascerà sicuramente pochissimi segni di tintarella.

Però, non è tutto oro ciò che luccica! Volete sapere il perché?

Come accade ogni volta che una nuova tendenza fuori esce dai social, non è per tutti. Questa “nuova tecnica” di indossare la parte superiore al contrario, può andar bene solo a quelle fisicità che mostrano un seno piccolo; una seconda o massimo una terza taglia di seno. Una persona con un seno di una taglia maggiore farebbe molta fatica ad indossare il proprio bikini nella modalità sopra citata, perché oltre a non sostenere pressoché nulla non andrebbe a valorizzare la sua fisicità.

E qui veniamo a noi: ogni qual volta queste modelle e influencer del momento (o meglio passeggere) mostrano un nuovo trend, non sempre è facile riproporlo. Ciò che ne può susseguire una reazione di sconforto.

Diventa sempre più chiaro quanto il mondo dei social media sia distorto e contrario. Detto in maniera semplice predica bene e razzola male. In che senso? Beh, negli ultimi tempi tutto il web, comprese molte delle influencer che poi utilizzano questi trend “elitari”, sono anche quelle che proclamano il body positive, ossia l’amore per il proprio corpo a 360°. Ma quando si tratta poi di mettere in pratica le loro parole, la situazione cambia.

Le influencer continuano ad utilizzare capi d’abbigliamento e a lanciare mode che non sempre di adattano a tutte le fisicità, anzi. Con queste tendenze si continua ad elogiare fisicità snelle, palestrate e surreali, create dopo aver passato ore ed ore su un lettino di un centro estetico tra un trattamento rimodellante e un massaggio drenante.

Si viene a creare, quindi, una distanza abissale tra chi “pubblica” e chi “segue”, ritenendo inarrivabili certi canoni estetici.

Ma la questione da tenere a mente non è quella di “raggiungere” quel canone estetico osannato dall’influencer di turno, ma capire che le fisicità mostrate nei social media non sono necessariamente dei punti di arrivo.

Ogni donna è diversa, nel corpo e nella mente. La nostra forza è proprio la diversità, che ci rende uniche e ci contraddistingue da tutto il resto.

Non dobbiamo vedere i fisici delle influencer e preoccuparci di diventare come loro. Dobbiamo, invece, prendere ispirazione da ciò che vediamo sui social media, ma riproporre quello che ci piace nella maniera che più ci rappresenta.

La moda è uno strumento che deve aiutare le persone a valorizzarsi e a sentirsi a proprio agio. E non il contrario.

Allora, miei cari social media, influencer, imprenditrici digitali, ecc.. Va bene parlare di body positive, ma non basta. Sarebbe bello riuscire ad aprire le pagine delle nostre influencer preferite, innamorarci del capo della situazione indossato, andare a casa e riproporlo, senza poi doverlo togliere perché improponibile nella realtà di tutti i giorni.

Sarebbe tutto più semplice!

bikini al contrario
Collage da Instagram

Si conclude, anche per oggi, la guida di stile di CheDonna incentrata sul trend del bikini al contrario, e su come i social media influenzino (non sempre positivamente) il rapporto con il nostro corpo.

Sperando che in un futuro prossimo la situazione cambi per il meglio, vi rinnovo l’invito ad usare la moda come strumento, per mostrare al mondo, ma soprattutto a voi stesse, che siete perfette così come siete. Che il nostro corpo è un libro, che mostra chi siamo, cosa siamo state e cosa diventeremo.

Una storia bellissima e autentica, da raccontare con orgoglio e fierezza!

Emanuela Cappelli