Toccalo nei punti giusti, scopri le zone erogene maschili e aumenta il piacere

coppia a letto
Foto da Canva

Per accendere il desiderio di lui e aumentare il suo piacere è giunto il momento di scoprire le zone erogene maschili.

Parti del corpo particolarmente ricche di terminazioni nervose che, se stimolate adeguatamente, regalano una forte eccitazione. E’ la definizione di zone erogene, un termine che, chissà perché, si associa solitamente più al corpo femminile che a quello maschile.

La verità però è che anche il corpo maschile pullula di questi “punti speciali” e, se è vero che gli uomini devono saper toccare i giusti tasti di noi donne, è altrettanto vero che noi donne dobbiamo imparare a toccare i loro.

Importante sarà allora sperimentare insieme al proprio partner, capire quali sono i punti in cui il corpo di lui è più sensibile così da stimolarli correttamente e far crescere il desiderio e, con esso, il piacere.

Vi sveliamo le zone erogene maschili

eccitazione
Foto da Canva

Quali sono queste zone erogene maschili? La maggior parte si trova in prossimità degli organi sessuali, ma esistono anche altre parti che oggi cercheremo di individuare insieme.

  1. Contorno occhi – Si tratta di una zona vicino alle tempie, là dove l’apporto di sangue è più intenso e dunque la pelle più sensibile.
  2. Collo – Una zona sexy per eccellenza che si presta a carezze ma anche a qualche piccolo morso qua e là
  3. Capezzoli – Proprio come per noi donne baci e carezze in questa zona sono sempre vincenti
  4. Ombelico – Le carezze in generale nella zona dell’addome sono sempre più che apprezzate dagli uomini, con o senza addominali
  5. Punto L – Situato pochi centimetri prima dell’inizio della base del pene, proprio nella zona del perineo, ovvero tra i testicoli e l’ano. Per l’uomo è una zona veramente speciale.
  6. Punto P – Stiamo parlando della prostata, una zona che meriterebbe un vero e proprio discorso a sé e che può esser stimolata dall’intento (eh sì dovresti metter le dita proprio lì) o dall’esterno.
  7. Interno coscia – Stringere e accarezzare le gambe in questo punto fomenta l’erezione poiché si tratta di una zona particolarmente sensibile.
  8. Piede – Si può procedere con piccoli baci o sfregarsi contro il collo del piede, mordere o leccare la caviglia. La zona è tutta sensibile.
  9. Glutei – Qui ci vuole un tocco leggero, una carezza particolarmente soft che però avrà risultati a dir poco incredibili.
  10. Mani – Si tratta di una zona particolarmente vascolarizzate che se stimolata con leggi grattini garantisce brividi a non finire.

LEGGI ANCHE –> Scopri le parti del corpo da stimolare per un piacere immenso

Ora che conoscete i punti chiave da stimolare non resta che dedicar loro le giuste attenzioni. Oltre a mani e bocca ricordate che alcuni accessori potrebbero tornare utili: oli da massaggio, piume e affini sono i benvenuti. Via alla sperimentazione!

Fonte: blog.cliomakeup.com