Funerali Raffaella Carrà, l’amore infinito di Sergio Japino

Raffaella Carrà Sergio Japino
Foto da Instagram @affaellacarratremendo

Commuove Sergio Iapino ai funerali di Raffaella Carrà. Il suo amore senza fine non gli permette di allontanarsi dal feretro.

Nella Basilica di Santa Maria in Aracoeli vanno in scena i funerali di Raffaella Carrà.

A colpire l’applauso della folla ma anche un uomo. Capelli brizzolati e la quasi impossibilità fisica di allontanarsi dal feretro. E’ Sergio Japino, simbolo oggi come non mai di un amore veramente infinito.

Sergio Iapino non lascia il feretro di Raffaella Carrà

camera ardente
Foto da Instagram @serena_scorzoni

Il feretro di Raffaella Carrà raggiunge i piedi della grande scalinata che, vicinissima al Campidoglio, conduce all’ingresso della meravigliosa Basilica di Santa Maria in Aracoeli.

Ad attendere Raffaella ci sono tante persone, unite nel dolore e nel ricordo, e tra loro c’è Virginia Raggi, sindaca di Roma. E’ lei a accogliere Sergio Japino.

Lui arriva alla Basilica assieme al feretro di Raffaella Carrà. Non lo abbandona mai, non si distacca da lei per il suo ultimo viaggio, fino a quando la sindaca non gli porge la mano e lo invita a salire con lei verso la Basilica.

Precede allora il semplicissimo feretro in legno che ascende la scalinata quasi in un’ultima sfilata, un ultima passerella che la folla accompagna con un composto applauso: l’uscita di scena di una vera diva, oggi come non mai, immortale.

LEGGI ANCHE –> Raffaella Carrà, il gesto di Vladimir Luxuria emoziona: “Lo apprezzerà”

L’immagine di quest’uomo che non vuole distaccarsi dall’amore di una vita, sopravvissuto anche alla fine stessa della relazione, non può che commuovere.

Sergio Japino appare provato ma compito nel suo dolore. E’ lì per la sua Raffaella e quel sentimento appare quasi tangibile. Gli stessi sacerdoti, non a caso, lo ricordano più volte nell’omelia: il nome di Japino viene quasi spontaneo quando si parla di Raffaella Carrà e questo, oggi come non mai, sembra avere un significato veramente profondo.

L’immagine del vero amore è forse questa, un uomo capace di restare vicino a una donna speciale fino al suo ultimo viaggio? A noi sembra proprio di sì, un legame per ci non serve un’etichetta, non serve potersi definire il suo compagno: un amore capace di sopravvivere veramente a tutto.