Lorella Cuccarini, quando attaccò Raffaella Carrà: poi lo struggente ricordo

lorella cuccarini e raffaella carrà
Fonte Instagram

Dopo la morte di Raffaella Carrà, in rete, spunta un vecchio post di Lorella Cuccarini contro l’artista. Poi lo struggente ricordo.

Nei giorni dell’addio a Raffaella Carrà, scomparsa a 78 anni a causa di una malattia contro cui ha combattuto in silenzio, in rete, stanno spuntando aneddoti e retroscena. Nelle ultime ore, sui social, è spuntato nuovamente un vecchio post di Lorella Cuccarini. Si tratta di uno sfogo di Lorella Cuccarini contro Raffaella Carrà risalente ad anni fa.

Come riporta Fanpage, infatti, lo screzio tra Lorella Cuccarini e Raffaella Carrà risale allo show Forte Forte Forte che Raffaella aveva prodotto nel 2015. Della giuria avrebbe dovuto far parte anche Lorella Cuccarini, ma quest’ultima, poi, con un post sui social, raccontò di essere stata esclusa puntando il dito contro la stessa Carrà.

Provo una profonda amarezza. Soprattutto perché la responsabile di tutto questo è uno dei personaggi che ho più amato nella mia infanzia e nella mia vita professionale. In trent’anni di carriera non l’avevo mai incontrata. Ne starò molto lontana anche per i prossimi trenta“, aveva scritto la Cuccarini.

Dopo le scuse, tra le due tutto si sistemò e il post di addio che Lorella Cuccarini ha scritto nelle scorse ore ne è la testimonianza.

Lorella Cuccarini, lo struggente addio a Raffaella Carrà

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lorella Cuccarini (@lcuccarini)

Lorella Cuccarini, come tanti personaggi del mondo dello spettacolo, ha detto addio a Raffaella Carrà dedicandole delle bellissime parole sui social.

LEGGI ANCHE—>Raffaella Carrà: spunta un clamoroso retroscena dopo la sua morte

«Vorrei dirti tante cose. A casa nostra sei sempre stata un mito. Per me un punto di riferimento artistico intoccabile, insieme a Carla Fracci. Sono cresciuta nel costante dilemma su chi tra voi due preferissi», ha scritto Lorella, che prosegue: «La prima volta che entrai in uno studio televisivo fu per una partecipazione in un tuo programma [Ma che sera, nel 1978: Lorella aveva 12 anni, ndr]. Ero giovanissima ed ebbi un attacco di orticaria per l’emozione di trovarmi di fronte a te. Con Carla ho condiviso tanti bei momenti. Con te non ho avuto la stessa fortuna, ma niente e nessuno potrà mai scalfire ciò che hai significato nella mia vita. Se non ci fossi stata, non sarebbe esistita la televisione del varietà e dell’intrattenimento. La più amata dagli italiani eri e resterai per sempre tu. “Ballo, ballo, ballo senza respiro”. Buon viaggio».