Vuoi perdere peso? Inizia dalle etichette degli alimenti e scopri cosa mangi davvero

donna legge etichetta
fonte foto: Adobe Stock

Non sai più come fare per perdere peso? Impara a leggere le etichette per mangiare in modo più consapevole, sano e, ovviamente, adatto alla perdita di peso.

Non tutti lo sanno ma quando si parla di perdere peso, ogni più piccola azione può fare la differenza. E conoscere ogni aspetto legato all’alimentazione è senza alcun dubbio un modo per partire con una marcia in più.

Andando più nello specifico, una delle cose che in pochi valutano ma che ha una forte incidenza è la scelta di ciò che mangiamo ogni giorno. Scelta che spesso si fa anche con impegno ma senza prendere in considerazione i giusti elementi.

Uno tra questi sono le etichette con i valori nutrizionali, fondamentali per comprendere ciò che si mangia e per evitare i tanti ingredienti nascosti che ogni giorno rischiano di farci perdere peso. Scopriamo quindi come imparare a farlo e perché si rivela particolarmente utile.

Leggere le etichette è il primo passo per perdere peso

etichetta cibo
fonte foto: Adobe Stock

In pochi ci fanno caso, ma quando si fa la spesa, tanti dei prodotti apparentemente sani che si acquistano contengono ingredienti poco adatti alla dieta.

Dallo zucchero presente anche in cibi insospettabili (come ad esempio i cracker o gli affettati) al sale che troppo spesso abbonda, le cose da prendere in considerazione sono tante. Ed è solo iniziando a soffermarsi sulle etichette che sarà possibile agire sulla perdita di peso.

Perché tra uno yogurt bianco magro e senza zuccheri ed uno con zuccheri ci sono differenze importanti ed in grado di fare la differenza. Stessa cosa per i prodotti da forno integrali che spesso di integrale hanno solo la scritta, celando mille zuccheri e cereali raffinati al loro interno.

LEGGI ANCHE -> Hai sempre fame dopo un pasto? Ti sveliamo il perché e come fare per non ingrassare

Come fare quindi? Come già detto il segreto sta nel legger le etichette partendo da alcune semplici nozioni di base.

La lista degli ingredienti segue sempre un ordine preciso. Quest’ordine inizia con l’alimento maggiormente presente e termina con quello presente solo in tracce. Tornando all’esempio del prodotto da forno o della pasta integrale, se come primo ingrediente c’è la farina bianca, probabilmente è da scartare. Non sarà infatti quel 5% di farina integrale a renderlo sano e solo leggendolo sarà possibile capirlo ed evitare di fare un acquisto sbagliato ed in grado di compromettere la linea.

Carboidrati, grassi e proteine sono molto importanti. Ogni alimento deve contenerli e leggendoli ci si può rendere conto di quanto questo sia effettivamente sano. Se i carboidrati e sopratutto gli zuccheri sono tanti, probabilmente è meglio orientarsi su altro.

I grassi devono essere buoni e poco saturi. Non basta acquistare un prodotto senza olio di palma perché questo faccia bene. Esistono infatti tanti altri grassi che non vanno bene e tra questi ci sono la margarina e i tanti grassi saturi che come sappiamo non fanno bene. Il trucco è quindi quello di non fidarsi mai e di controllare personalmente sia la lista degli ingredienti che la quantità di grassi saturi presenti.

Gli zuccheri devono avere una buona fonte. Se è vero che verificare il quantitativo di zuccheri è molto importante, è anche vero che la provenienza lo è ancora di più. Cinque grammi di zucchero bianco, ad esempio sono qualitativamente diversi da 5 di zucchero estratto da una mela. Oltre a guardare quanti zuccheri contiene un dato alimento è quindi importante capirne la provenienza. Esiste infatti il così detto indice glicemico che è quello che quando si parla di dimagrimento fa davvero la differenza.

Le proteine devono essere salutari. Anche le fonti proteiche andrebbero sempre controllate perché spesso sono arricchite con sale ed esaltatore di sapidità. Inoltre ci sono alimenti davvero poco naturale come quelli con carne separata meccanicamente (come i wurstel di pollo) e che, oltre a non fare bene sono così pieni di sostanze da provocare quasi sempre ritenzione e gonfiore.

LEGGI ANCHE -> Vuoi dimagrire saziandoti velocemente? Impara a distinguere le calorie che mangi

Controllare le etichette è quindi il primo modo per iniziare a mangiare davvero nel modo corretto. Solo così si potrà contare su un’alimentazione davvero sana e bilanciata. Cosa che pian piano inizierà a dare dei risultati visibili e dei quali andar fieri.