Smokey Eyes che dura anche in estate, per essere tutte un po’ Paola Ferrari

smokey eyes che dura
(Chedonna.it)

Uno smokey eyes che dura anche in estate esiste? Certamente, basta seguire dei piccoli trucchi per evitare di assomigliare a un panda a fine serata ed essere sempre impeccabili come la (bellissima) Paola Ferrari.

Paola Ferrari è diventata la donna simbolo degli Europei di calcio 2020: da grande professionista del giornalismo è riuscita a intrattenere il pubblico e commentare con puntualità e preparazione tutti gli eventi salienti del torneo.

Se gli appassionati di calcio pendevano dalle sue labbra, però, le appassionate di make up non hanon potuto fare a meno di invidiarae quel perfetto smokey eyes che è diventato ormai una cifra stilistica di Paola Ferrari e che, anche in estate, si è rivelato un make up assolutamente vincente.

Leggi Anche => Paola Ferrari: perché si trucca tanto? Colpa del dramma che ha vissuto

I motivi per cui molte donne evitano accuratamente di indossare uno smokey eyes in estate sono diversi: il caldo, il sudore, la voglia di strofinare gli occhi con le mani che aumenta in maniera esponenziale. Tutti questi fattori fanno crescere in maniera drastica il rischio che un make up perfetto si tramuti nella brutta copia di un panda.

Uno smokey eyes che dura anche in estate, per essere magnetiche come Paola Ferrari

smokey eyes che dura
(Instagram)

Il problema principale di un trucco occhi che necessita di grandi quantità di prodotto, come un qualsiasi smokey eyes, è che il sudore e il sebo che la pelle produce in grandi quantità d’estate portino il prodotto a “spargersi” intorno alla zona in cui è stato applicato, producendo un brutto effetto d’ombra intorno agli occhi e dandoci l’aspetto di una persona che si è appena alzata dal letto senza essersi struccata la notte prima.

Ecco allora tutti i passaggi per realizzare uno smokey eyes che dura anche in estate e che non ci fa assomigliare alle mascotte del WWF.

Parola d’ordine: primer occhi

La realizzazione di un trucco occhi come quello di Paola Ferrari passa sicuramente per un’attenta preparazione delle palpebre prima dell’applicazione di qualsiasi prodotto.

Per farlo sarà necessario applicare il primer sulle palpebre mobili e possibilmente anche nella zona di pelle che le circonda. In questo modo, anche se il trucco dovesse “spargersi” dove non vogliamo, sarà “bloccato” dal primer che lo farà aderire alla pelle.

Leggi Anche => Base Trucco Occhi impeccabile: l’uso del primer e altri segreti

Prodotti grassi come base

Anche se sembra strano utilizzare prodotti cremosi in estate, perché tendono appunto ad “andare in giro” più di quelli in polvere, per realizzare uno smokey eyes che dura e che sia ben sfumato bisogna partire realizzando una base con matitoni o ombretti in crema. Il top assoluto sono gli ombretti in crema waterproof, anche se risultano un po’ difficili da sfumare.

Realizzare la sfumatura

Per uno smokey eyes a regola d’arte la parte più scura della palpebra dev’essere quella centrale. Per questo motivo il consiglio è di applicare il prodotto cremoso solo al centro, quindi cominciare a sfumare con un pennello morbido con piccoli movimenti circolari, procedendo gradualmente verso l’esterno e assolutamente senza applicare altro prodotto agli angoli degli occhi.

A questo punto è necessario utilizzare un ombretto nero in polvere (da applicare sempre al centro) per realizzare una sfumatura verso i due angoli esterni e verso l’alto, cioè verso la piega dell’occhio.

Per un trucco come quello di Paola Ferrari il segreto consiste nello sfumare l’ombretto in orizzontale, Rimanendo il più vicino possibile alle ciglia della palpebra superiore.

La Ferrari opta per un colore marrone rosato per enfatizzare lo sguardo e non scurire eccessivamente gli occhi, quindi il make up andrà completato con una sfumatura rotonda lungo la piega degli occhi, da realizzare proprio sfruttando questo colore più morbido e simile al colore dell’incarnato.

Tocchi finali

Ciglia finte (quelle magnetiche sono comodissime) o molto mascara saranno il completamento finale del trucco, insieme ad un’abbondante dose di kajal sulla rima interna inferiore della palpebra.

Gli errori da non commettere per realizzare uno smokey eyes perfetto

smokey eyes che dura
(Instagram)

La tentazione di inserire un punto luce sull’angolo interno dell’occhio è molto forte quando si realizza uno smokey eyes ma, se si sono utilizzati ombretti matte e non luminosi o metallici, è meglio non farlo oppure realizzare un punto luce piccolissimo, che non vada a invadere pericolosamente il centro della palpebra rovinando l’effetto smokey.

Leggi Anche => Smokey Eyes Cioccolato: scopri perché tutte si sono innamorate di questo make up

L’eye liner nero viene utilizzato abbastanza spesso negli smokey eyes per intensificare il colore lungo la linea delle ciglia, ma in linea generale non è consigliabile utilizzarlo perché interrompe l’effetto sfumato che si è cercato di creare con tanta attenzione.

Se si è castane chiaro o bionde sarà necessario utilizzare un tocco leggero di mascara sulle ciglia inferiori per evitare che “interrompano” con il loro colore il nero intenso del make up.