Calo del desiderio femminile, 5 cause che proprio non ti aspettavi

calo desiderio
Foto da Canva

Oltre a vere e proprie problematiche di salute, esistono alcune cause che potrebbero giustificare un vostro eventuale calo del desiderio e che nemmeno conoscete.

Siamo innamorate, tutto sembra andare per il meglio, non ci sono problematiche particolari, nemmeno di salute, eppure… che fine ha fatto il desiderio?

Può capitare qualche volta che da parte id una donna si viva un calo del desiderio apparentemente inspiegabile. Non riuscendo a individuare bene le motivazioni si rischia di non vedere più via d’uscita: la coppia va semper più in affanno, il senso di colpa sale e la confusione esplode.

Come uscire da questo tunnel? Oggi proviamo a indagar insieme alcune cause del calo del desiderio femminile forse meno note ai più.

5 cause inimmaginabili del calo del desiderio

problemi coppia
Foto da Canva

Naturalmente all base di un calo del desiderio ci possono essere sbalzi ormonali, terapie farmacologiche con qualche controindicazione, problemi di secchezza vaginale e affini.

Altre volte perono si capisce proprio che cosa sia cambiato e così bisogna indagare tra motivazioni un po’ più particolari. Noi ne abbiamo elezionare cinque più comuni di quanto si possa credere:

Carenza di ferro – Si chiama anemia sideropenica, definizione che indica uno dei principali disturbi in età fertile, nemico giurato del desiderio sessuale. Le ragioni? Molte. Innanzitutto, il ferro contribuisce alla sintesi della dopamina, il neurotrasmettitore che gioca un ruolo importante proprio nel desiderio, inoltre, dati alla mano, è noto che in chi è anemica c’è un raddoppio del rischio di soffrire di depressione, una malattia che causa un calo della libido.

Pregiudizi – Molte donne ritengono che giunta la menopausa si apra una nuova fase della vita, una fase che non comprende più la sessualità. Naturalmente si tratta di un’idea profondamente sbagliata ma che necessita di un approccio psicologico veramente ben studiato per esser sradicata e sostituita da pensieri decisamente più positivi.

Scarsa autostima – Non vedersi belle, notare solo i propri difetti, esser conviene di non piacere abbastanza è quanto di più deleterio ci possa essere rispetto al coltivare la propria libido. Mai come in questo caso è corretto dire “in primis sempre piacere a se stessi”.

LEGGI ANCHE –> Perché non hai più voglia di fare l’amore? Ecco la spiegazione scientifica

Non c’è il tempo – Può sembrare una scusa ma è invece quanto di più vero possa accadere: spesso siamo così prese da una serie infinita di impegni che il nostro cervello proprio non concepisce di prendere delle pause, perde l’abitudine a rilassarsi. Prendete ogni tanto delle pause per “rieducarlo”.

Condizioni ambientali – Purtroppo è vero che con i bambini sempre a casa, familiari che fanno improvvisate e magari un clima un po’ teso tra le mura domestiche la fantasia di trascorrere del tempo in intimità viene meno. Ci vuole il giusto contesto.