Svelata la dieta di Maurizio Coruzzi in arte “Platinette” che gli ha permesso di perdere molti chili

platinette
Foto da Instagram @ platimauro_o_mauroplati

Dieta e attività fisica hanno permesso a Maurizio Coruzzi in arte “Platinette” di perdere molti chili. Ecco come funziona.

Una dieta che gli ha permesso di perdere ben 30 chili in 6 mesi: questo è quanto è dimagrito Maurizio Coruzzi in arte “Platinette”.

Il conduttore televisivo e radiofonico, ma anche scrittore conosciuto nelle sue tante vesti appare molto dimagrito e il merito sarebbe della dieta che ha seguito, e non solo. 

Non dimentichiamo che Coruzzi ha subito anche un intervento di rimozione dello stomaco e grazie ad esso ora riesce a mangiare quantità più ridotte. Scopriamo allora la dieta che ha permesso a Platinette di perdere tanti chili.

Ecco la dieta di Maurizio Coruzzi in arte Platinette

centrifugati
Fonte: Canva

Un totale di 60-70 chili persi in un anno e mezzo è quanto ha buttato giù Maurizio Coruzzi,  rivelandolo nel salotto di Barbara D’Urso, qualche tempo fa.

Dopo l’intervento chirurgico Coruzzi si è comunque affidato a un nutrizionista visto che soffre di Binge eating disorder un disturbo alimentare che lo porta a mangiare in maniera compulsiva senza riuscire a controllarsi.

Grazie agli interventi e all’aiuto di un nutrizionista, ora Coruzzi sta molto meglio ed è apparso decisamente più in forma.

LEGGI ANCHE –> Fisico da urlo per Federica Panicucci: ecco la sua dieta e i suoi segreti di bellezza

Non solo dieta però, perché Coruzzi ha ammesso di praticare anche regolarmente attività fisica. Tra le buone abitudini c’è anche il riposo, infatti il conduttore è scomparso per diverso tempo dalla tv.

Nella dieta di Coruzzi nello specifico sono previsti dei digiuni depurativi per poi assumere cibi liquidi e cremosi. In particolare il conduttore ha assunto frutta e verdura sotto forma di centrifughe o frullati. Un tipo di dieta che aiuta a contrastare la ritenzione idrica e la cellulite.

Ma dall’altro si tratta di un regime alimentare lato molto sbilanciato visto che non prevede l’introduzione né di carboidrati né di proteine animali, sostanze fondamentali in una dieta  sana ed equilibrata. Solo 6 mesi dopo ha aggiunto cibi solidi ma controllati dal punto di vista delle calorie.

Una dieta dunque molto rigida decisamene sconsigliata se si vuole dimagrire con il fai da te ma da seguire solo dietro controllo medico. Infatti, questo regime se da un lato permette di introdurre molte vitamine e sali minerali, dall’altro è privo di sostanze fondamentali per l’organismo quali appunto carboidrati e proteine.

Non solo, l’assunzione eccessiva di frutta e verdura può comportare effetti collaterali a livello intestinale quali ad esempio dolori addominali, flatulenza e meteorismo.

Dunque decisamente da evitare se non è prescritta da un medico o comunque un nutrizionista. In ogni caso il consiglio se si vuole perdere peso è sempre quello di consultare il proprio medico e poi affidarsi a un professionista della nutrizione.