Il make up occhi di Chiara Ferragni è bianco e bellissimo: lo copiamo?

trucco occhi chiara ferragni
(Chedonna.it)

Il trucco occhi bianco sfoggiato da Chiara Ferragni per la sua notte alla Scala è uno prodigio di luce e di eleganza: ecco come si realizza e a chi sta bene.

Sul trucco occhi bianchi c’è una specie di pregiudizio: si ritiene che possa essere indossato soltanto in occasioni veramente speciali, e in realtà c’è un fondo di verità in questa supposizione, perché si tratta di un trucco davvero molto elegante che concentra tutta l’attenzione dell’osservatore sugli occhi di chi lo sfoggia.

Chiara Ferragni ha deciso di puntare proprio su un trucco occhi bianco e marrone estremamente sfumato che, però, ci ha fatto letteralmente innamorare. È arrivato quindi il momento di chiedersi: c’è modo di sfoggiare questo look in altre occasioni, soprattutto con l’arrivo dell’estate? La risposta è certamente sì, ma vediamo come si va a realizzare.

Trucco occhi bianco come Chiara Ferragni: tecniche e prodotti

make up occhi chiara ferragni
(Instagram)

Partiamo dalle basi, nel senso letterale del termine: quando si indossa un trucco che prevede l’utilizzo di grandi quantità di prodotto sulla palpebra mobile diventa strettamente necessario realizzare una base occhi impeccabile.

Leggi Anche => Come fare una base trucco occhi perfetta: l’uso del primer e altri segreti

Ci si potrebbe chiedere per quale motivo è necessario utilizzare molto prodotto nel caso dell’ombretto bianco, e la risposta è semplicissima: utilizzare una quantità di prodotto normale o addirittura ridotta non darà l’effetto sperato. Questo perché poco ombretto bianco si limiterà a sbiadire il colore della palpebra facendo apparire l’occhio pallido e poco vivo.

Per ottenere un bianco ben visibile e definito è invece necessario abbondare con l’ombretto: la conseguenza più ovvia è che dopo un certo periodo di tempo il prodotto si andrà a depositare nelle pieghe della palpebra e addirittura nelle piccole rughe che circondano l’occhio. Per evitare a priori questo problema e rendere il trucco più duraturo la base occhi sarà fondamentale.

Il miglior ombretto bianco da utilizzare per questo trucco

Questo make up di Chiara Ferragni si caratterizza per la grande luminosità che conferisce allo sguardo, pertanto l’ideale sarebbe utilizzare un prodotto compatto in polvere con un finish perlato.

Questo tipo di ombretti, infatti, è in grado di riflettere la luce da molte angolazioni e quindi darà alla palpebra un “effetto stroboscopico” che farà apparire l’occhio più grande.

L’effetto illuminante dell’ombretto bianco perlato è così evidente che può addirittura essere utilizzato per sostituire l’illuminante sulle gote e non dover acquistare un altro prodotto, con l’ulteriore vantaggio di rendere il trucco più omogeneo.

L’alternativa è l’utilizzo di un ombretto in crema, che darà un risultato più acceso e pigmentato, quindi sarà necessario utilizzare meno prodotto per ottenere un risultato definito.

Dal momento che andiamo incontro all’estate, però, l’ombretto in crema potrebbe sciogliersi più facilmente di quello in polvere!

Come realizzare i punti luce sugli occhi

Come si può vedere nei primi piani pubblicati da Chiara Ferragni, il make up artist che ha creato questo trucco ha utilizzato ben due diversi ombretti bianchi per gestire la luminosità dell’insieme.

Sull’angolo interno degli occhi è stato posto un piccolo tocco di ombretto più chiaro di quello utilizzato per il centro della palpebra. Per realizzarlo è fondamentale scegliere accuratamente il colore (perché se fosse troppo simile non si coglierebbe la differenza) e soprattutto non sfumarlo assolutamente, al fine di concentrare tutta la luce nel punto desiderato.

Anche in questo caso l’ombretto bianco in polvere è l’ideale per fare in modo che il make up duri nonostante le piccole lacrime e il movimento della palpebra che potrebbe danneggiarlo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)

Come scegliere l’ombretto marrone adatto all’incarnato

Come si può vedere dalle varie fotografie postate da chiara, il bianco dell’ombretto centrale è stato sfumato nel marrone che è andato ad “abbracciare” la parte finale dell’occhio conferendo al make up una grande tridimensionalità.

Per un risultato soddisfacente sarà importantissimo scegliere il marrone giusto: se il sottotono della pelle è caldo si dovrà tendere verso un ombretto marrone tendente al rosa o addirittura al rame, mentre se si ha un sottotono freddo o la pelle olivastra si dovrà preferire un marrone più freddo, cioè con più blu che rosso nella composizione del colore.

Nel caso di Chiara il marrone è stato applicato anche lungo la palpebra inferiore per far risaltare ulteriormente il colore degli occhi e del trucco. Si tratta di un’ottima idea a patto di utilizzare il primer anche sulla zona dell’occhiaia al fine di fissare l’ombretto il più a lungo possibile ed evitare che “vada in giro” causando un orrendo “effetto panda”.

Nel creare questo trucco il make up artist ha deciso di fare a meno dell’eye liner, dal momento che una riga nera sulla palpebra superiore avrebbe “chiuso” l’occhio anziché aprirlo.

Per far apparire l’occhio ancora più grande, però, sono state applicate ciglia finte a ciuffetti che hanno messo in risalto tutto l’insieme e di cui non si dovrebbe mai fare a meno per un risultato top: ecco come metterle da vera professionista.