Covid e viaggi, ancora limitazioni. Ecco quali sono le mete off-limits (o quasi) per gli italiani

turista
(Pixabay)

Il Covid complica i viaggi; ci sono ancora alcuni divieti che ostacolano la pianificazione degli itinerari. Ecco quali sono le mete inaccessibili (o quasi) per gli italiani.

Il Covid-19 ha rivoluzionato le nostre abitudini, incidendo profondamente su alcuni comparti strategici dell’economia. In oltre un anno di pandemia il turismo si è paralizzato, con un azzeramento di presenze sia dall’Italia che dall’estero.

E ora a che punto siamo? Qualcosa inizia a muoversi. E’ stato firmato il regolamento sul green pass europeo, attivo dal 1 luglio 2021 e per 12 mesi. La misura dovrebbe servire a garantire viaggi in sicurezza nel circuito Ue.

La situazione è in continua evoluzione. I numeri dell’emergenza sanitaria migliorano di ora in ora, almeno nel nostro paese. Tuttavia, ci sono ancora alcune limitazioni agli spostamenti, sia in Italia che all’estero, che ostacolano la pianificazione degli itinerari.

Alcune mete sono ancora off-limits, su disposizione del ministero degli Affari Esteri italiano. Vediamo insieme quali sono.

Covid e viaggi: ecco dove non possono andare gli italiani

turista
(Pixabay)

Al momento l’Italia è quasi tutta in zona bianca. Dal 7 giugno è vietato circolare dalle ore 24 alle ore 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute. Dal 21 giugno il coprifuoco decade anche nelle zone gialle.

Per i viaggi all’estero, la situazione è un po’ più complessa. Secondo il DPCM del 2 marzo 2021 firmato dal premier Mario Draghi e successive ordinanze, almeno fino al 30 luglio prossimo, sono liberamente consentiti gli spostamenti per qualsiasi ragione verso gli stati membri dell’Unione Europea e quelli che rientrano nell’area Schengen, fatte salve le limitazioni previste in Italia su base regionale.

Rientrano nell’area Schengen:

  • Islanda
  • Liechtenstein
  • Norvegia (incluse isole Svalbard e Jan Mayen)
  • Regno Unito di Gran Bretagna
  • Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale, basi britanniche nell’isola di Cipro)
  • Svizzera
  • Andorra
  • Principato di Monaco
  • Repubblica di San Marino
  • Stato della Città del Vaticano

L’Italia permette di entrare in tutti gli stati appena elencati, ma è possibile che ognuno di essi preveda delle misure restrittive all’ingresso. Ecco perché è bene documentarsi prima di partire, consultando i portali istituzionali.

Con il DPCM del 2 marzo 2021 (almeno fino al prossimo 30 luglio) non sono consentiti gli spostamenti liberi dei cittadini italiani da/per:

LEGGI ANCHE –> Vacanze al mare low cost in Italia: ecco quali sono le mete più gettonate per l’estate 2021

  • Albania
  • Bosnia Erzegovina
  • Serbia
  • Montenegro
  • Macedonia del Nord
  • Kosovo
  • Moldavia
  • Bielorussia
  • Ucraina
  • Russia

Al momento, gli italiani possono viaggiare nei paesi appena elencati soltanto per motivi di lavoro, salute, studio e di estrema necessità. Ne consegue che, i viaggi per turismo, sono ancora bloccati, su disposizione del Ministero degli Affari esteri italiano.

Per i viaggi nel resto del mondo, l’attuale normativa italiana prevede che nei paesi della LISTA D, fino al 30 luglio 2021, ci si potrà spostare senza necessità di motivazione. Quindi, i viaggi per turismo sono consentiti. Ecco quali sono i paesi della LISTA D.

  • Ruanda
  • Repubblica di Corea
  • Giappone
  • Singapore
  • Thailandia
  • Canada
  • Stati Uniti d’America
  • Australia
  • Nuova Zelanda

Gli italiani che rientrano da questi paesi dovranno osservare un periodo di isolamento fiduciario di 10 giorni, sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e mostrare un certificato che attesti l’esito negativo di un test molecolare o antigenico.

 

 

 

 

 

I consigli di Chedonna.it: Stati Uniti on the road. 51 favolosi viaggi su strada

Prezzo Di Listino:
28,00 €

Nuova Da:
26,60 € In Stock
Usato da:
26,60 €In Stock
acquista ora