Come preparare una macedonia ricca di gusto e coloratissima: ecco tutti gli errori da evitare

macedonia errori
Fonte: Canva

Una fresca macedonia di frutta è ideale da servire come dessert estivo ma ci sono alcuni errori da evitare per un risultato perfetto: scopriamoli.

In estate cosa c’è di meglio che una fresca macedonia di frutta? Albicocche, pesche, ciliegie, melone e chi più ne ha più ne metta. C’è poco da fare ma con l’arrivo della bella stagione anche la frutta diventa più gustosa e di conseguenza fare una macedonia accattivante e coloratissima sarà ancora più semplice.

Nonostante non sia difficile prepararla, basta tagliare la frutta e assemblare gli ingredienti, magari aggiungendo zucchero, succo di limone o arancia, spesso commettiamo dei banali errori che ne compromettono il risultato finale.

Dal non scegliere la frutta giusta e di stagione, al tagliarla male, ma anche al non saperla conservare. Questi e tanti altri errori sono i più comuni da evitare quando si prepara la macedonia. Scopriamoli.

Ecco gli errori da evitare quando si prepara la macedonia

errori macedonia
Fonte: Canva

La macedonia di frutta è un evergreen che dagli ’70-’80 viene servito come dessert e non passa mai di moda. In effetti cosa c’è di più salutare che una coppa di frutta fresca e di stagione?

E se da un lato tutti pensiamo di essere bravi a preparare una macedonia, dall’altro molti non sanno che non si tratta solo di tagliare la frutta e metterla in una ciotola, ma c’è molto molto di più per far sì che il risultato sia degno di nota.

Scopriamo allora gli errori da non fare con la macedonia, un dessert ideale anche per riciclare la frutta che non riusciamo a smaltire. 

1) Non scegliere la frutta di stagione. La macedonia è prima di tutto un dessert salutare. Al bando allora tutti quei frutti che non sono propriamente di stagione. Qui ti avevamo già spiegato perché è bene mangiarla a chilometro zero e seguendo i ritmi stagionali.

2) Non farla colorata. Anche l’occhio vuole la sua parte. E preparare una macedonia con solo frutti chiari come mele, pere e banane sarebbe un peccato dal punto di vista dell’aspetto. Infatti potremo farla colorata utilizzando i frutti rossi, così come quelli arancioni. Non c’è che l’imbarazzo della scelta: dalle fragole alle ciliegie, passando per l’anguria, i lamponi e ancora mirtilli, pesche albicocche, melone e così via.

3) Sbagliare il grado di maturazione. Né troppo matura, né acerba. La frutta dovrà essere al punto giusto per far sì che la macedonia sia buona. La migliore è senza dubbio quella che mangereste normalmente.

4) Lavarla sommariamente. Sbucciare la frutta sarebbe un peccato visto che è proprio che lì che si trovano tutte le sostanze nutritive. Ma per mangiarla occorre che la frutta sia lavata alla perfezione e privata di tutte le impurità. Non sottovalutiamo poi anche a presenza di semi. Meglio toglierli, ad esempio se mettiamo l’anguria o l’uva, anziché ritrovarseli sotto ai denti.

5) Tagliare male la frutta. I pezzi dovranno essere tutti della stessa dimensione. Ciascuna tipologia di frutta dovrà avere un taglio diverso dall’altra. Ad esempio la banana si taglia in genere a rondelle, la mela a fettine e così via. Questo ci aiuterà anche quando la mangiamo a riconoscerla subito. Non solo, anche esteticamente la nostra macedonia avrà una marcia in più.

6) Non esagerare con lo zucchero. La frutta è già di per sé zuccherina, quindi non necessita di una grande quantità di zucchero. Basterà metterne all’incirca un cucchiaino ogni mezzo chilo.

LEGGI ANCHE –>Trucchi anti-spreco che vi lasceranno di stucco: basta buttare la frutta matura, prova uno di questi rimedi

7) Inserire la frutta sciroppata. Meglio non mischiarla con quella fresca. La frutta sciroppata, infatti, è molto zuccherata e metterle insieme non sarebbe la scelta giusta.

8) Non far macerare la frutta. Alcuni frutti ben si prestano a questo processo. Pensiamo alle fragole. Se una mezz’oretta prima mettiamo a macerare le fragole con zucchero e limone e poi aggiungiamo gli altri ingredienti potremo ottenere uno sciroppo saporito e colorato.

9) Non sapere come conservarla. La macedonia non si mantiene troppo a lungo, anche perché la frutta tenderà a decomporsi. Quindi potrete conservarla un giorno, massimo due in frigorifero ricoperta con la pellicola trasparente.