Basta fare questa semplice cosa per avere spiedini di carne morbidi e saporiti

Grigliare degli spiedini di carne morbidi e saporiti sarà una missione molto più semplice se seguirete passo dopo passo i nostri consigli

In ogni stagione dell’anno la grigliata è uno dei piaceri della vita, ma in estate lo diventa ancora di più perché significa voglia di stare all’aria aperta e di libertà. Ma cosa sarebbe la grigliata di carne senza gli spiedini? Sono i veri re di questo tipo di cottura e oggi vin insegneremo qualche trucco. Perché basta fare questa semplice cosa per avere spiedini di carne morbidi e saporiti.

->>LEGGI ANCHE: Salse per carne grigliata | Semplici e saporite per dare più gusto

Il primo consiglio, fondamentale, è sulla scelta degli ingredienti. Se avete un macellaio amico, del quale vi fidate ciecamente, allora avete trovato un tesoro perché saprà darvi gli spiedini giusti. Ma può succedere che invece in quelli che trovate già pronti ci sia carne di seconda o terza scelta, pezzi poco adatti a grigliare che rimangono poi duri dopo la cottura.
E allora l’unica soluzione è prepararli da soli acquistando la carne giusta: fesa, scamone, noce per il vitello, sovracosce di tacchino o pollo, spalla di agnello, lonza di maiale sono i tagli migliori. Carne che resta morbida e succosa in cottura, per un perfetto risultato finale.

Spiedini di carne morbidi e saporiti, tutti i trucchi e i consigli giusti

pixabay

Ma la scelta della carne giusta è soltanto il primo passo per portare a tavola degli spiedini perfetti. Ci sono altri piccoli trucchi e segreti che dovete conoscere e che sono davvero alla portata di tutti con un minimo di attenzione.
Tra gli ingredienti fondamentali oltre alla carne c’è anche lo spiedo. Molti puntano su quelli in legno che sono anche più facili da trovare al supermercato e che possiamo tranquillamente buttare senza doverli riciclare.

->>LEGGI ANCHE: 5 cose da sapere per una grigliata estiva a prova di salute

 

Bene ma non benissimo, perché durante la cottura si bruciano e passano alla carne quel sapore di bruciato che non è gradevole al morso. Quindi i casi sono due: o ricoprite le estremità con la carta stagnola, oppure usate gli stecchi in metallo. Basterà lavarli bene e riutilizzarli tutte le volte che volete.
Passiamo poi alla marinatura. Dopo aver tagliato la carne a dadini, delle dimensioni che preferite, è sempre meglio marinarli. Versate in una ciotola qualche cucchiaio di olio extravergine e un trito di erbe aromatiche e spezie (timo, rosmarino, salvia, maggiorana, peperoncino). Lasciateli in immersione per almeno 45 minuti prima di cuocerli e durante la cottura spennellateli ancora con la marinatura.
Per non far asciugare troppo la carne, alternatela con pezzetti di lardo che sciogliendosi rilascia il grasso. E infine, fate attenzione ai tempi: massimo 15 minuti, ma se i bocconcini non sono enormi ne bastano anche solo dieci con una griglia bella bollente.

 

Da leggere