Covid, come viaggiare in Europa in sicurezza. Tutto quello che devi sapere sul green pass!

E’ ufficiale! Per viaggiare in Europa, in sicurezza, servirà il green pass. Vediamo insieme, nei dettagli, come funziona il certificato verde digitale (o cartaceo).

Si ritorna a viaggiare, dopo oltre un anno di pandemia Covid-19. Molte di noi stanno già pianificando weekend, gite fuori porta, vacanze al mare oppure in montagna e soggiorni all’estero. I dati sono incoraggianti: nelle ultime due settimane c’è stato un rimbalzo delle prenotazioni. In Italia arriveranno molti turisti dall’estero, soprattutto dai paesi dell’Ue.

Sì ai viaggi, ma solo in sicurezza. E’ questa la linea del rigore adottata da Bruxelles, che ha dato il via libera al green pass. Il certificato verde digitale, debutterà ufficialmente il 1° luglio 2021. Ma molti paesi (tra cui l’Italia) hanno già predisposto l’accesso all’infrastruttura digitale per la gestione integrata dei dati.

Se stai pensando di viaggiare nel circuito dell’UE, allora dovrai munirti del green pass, concepito per garantire la circolazione in sicurezza dei cittadini europei, per tutta la durata dell’emergenza sanitaria.

Il Covid-19 ha cambiato le abitudini, non c’è dubbio. Ma non per questo dobbiamo rinunciare ai nostri desideri! Quindi, se hai voglia di fare un viaggio in Spagna piuttosto che in Francia, allora devi sapere come funziona il green pass. Facciamo il punto insieme!

Viaggiare in sicurezza. Cos’ è il green pass europeo

viaggiare
(Adobe Stock)

Via libera al green pass europeo, in formato digitale o cartaceo. Servirà a gestire, in sicurezza, i flussi turistici tra i paesi membri dell’Unione Europea. Per ottenerlo, dovrai possedere uno dei tre requisiti previsti per il rilascio. Te le riassumiamo di seguito.

  • Potrai dimostrare di essere stata vaccinata per il Covid-19 (in Italia, basterà aspettare 15 giorni dopo la prima dose). Il certificato di avvenuta vaccinazione verrà rilasciato dalla struttura sanitaria oppure dal medico che ha fatto l’iniezione.
  • Potrai fare un test al Covid-19 (molecolare o antigenico rapido) e dimostrare l’esito negativo entro un massimo di 48 ore prima della partenza. Il risultato dovrà essere certificato dalla farmacia abilitata oppure dal laboratorio che effettuerà il test.
  • Potrai dimostrare di essere guarita dal Covid-19 da massimo 6 mesi. Ovviamente la guarigione dovrà essere refertata dalla struttura ospedaliera presso cui si è effettuato un ricovero, dalla ASL competente, dai medici di medicina generale oppure dai pediatri di libera scelta.

Se hai uno di questi tre requisiti, allora puoi metterti in lista per il green pass europeo. L’Italia, però, ha introdotto il certificato verde prima dell’Ue.

LEGGI ANCHE –> Weekend last minute? I trucchi per fare la valigia in pochi step, senza dimenticare niente

Al momento è come se ci fossero due tipi di green pass, uno italiano e l’altro europeo. In realtà, lo schema di base resta lo stesso, ma ci sono alcune differenze. Analizziamole insieme.

  • L’Italia consente il rilascio del green pass 15 giorni dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino. L’Ue, invece, soltanto dopo il completamento del ciclo vaccinale (prima e seconda dose).
  • L’Italia rilascia il certificato verde anche tramite test anti Covid (molecolare o rapido). L’esito negativo va comunicato entro 48 ore prima della partenza. Per l’Unione Europea, invece, i test molecolari hanno una validità di 72 ore, mentre quelli rapidi di 48 ore.

Insomma, c’è da perdere la testa! Ma stai tranquilla perché, dal 27 giugno, i ‘pass’ nazionali dovranno uniformarsi alla normativa Ue. Comunque, già dal 1 giugno 2021, è attiva la piattaforma europea ‘Gateway’, che gestirà la raccolta e la gestione dei dati.

Molti paesi, tra cui l’Italia, si sono già connessi all’infrastruttura digitale. In teoria, sarebbero già operativi per rilasciare il green pass europeo. Nella pratica, però, hanno tempo fino al 1° luglio 2021 per organizzarsi al meglio.

Ti abbiamo spiegato come funziona il green pass, come puoi ottenerlo e, soprattutto, quanto dura a seconda dell’opzione scelta. Ora, il resto devi farlo da sola, cioè programmare la tua vacanza dei sogni. Noi, intanto, ti auguriamo di fare un buon viaggio!

 

Da leggere