Ricotta nei dolci, tutti gli errori da evitare: impariamo ad usarla bene

Dalle torte ai cannoli, la ricotta è una protagonista assoluta nei nostro dolci, ma gli errori sono dietro l’angolo , ecco alcuni consigli

Pochi formaggi come la ricotta sono così versatili in cucina da potere essere utilizzati sia per ricette dolci che per quelle salate. Oggi però analizziamolo solo la parte della pasticceria, quella da casa che può diventare buona come quella degli chef. A patto ovviamente di non commettere errori grossolano con un ingrediente importante come la ricotta. E allora, vediamoli insieme.

La scelta della ricotta giusta per evitare errori

pixabay

Per una torta salata, oppure per farcire dei ravioli con gli spinaci può andare bene anche la classica ricotta di produzione industriale che trovare in tutti i supermercati. Ma per i dolci non ci sono scorciatoie e nemmeno altre possibilità. Dovete scegliere una ricotta di ottima qualità. Quindi se non conoscete il classico produttore locale di cui vi fidate ciecamente, piuttosto andate al banco dei formaggi e comprate quella fresca.

LEGGI ANCHE -> Come risparmiare quasi 100 calorie sostituendo la ricotta alla panna da cucina nella pasta

Già, ma quale ricotta dovete usare per i dolci? Anche in questo caso non potete sbagliare: solo quella vaccina e non quella di pecora. Non è solo un fatto di prezzo, ma soprattutto di qualità., La ricotta ricavata dal latte delle mucche ha una percentuale minore di grassi e quindi è perfetta come farcitura all’interno di un cannolo o di una torta. La ricotta di capra e ancora più quella di pecora hanno invece un sapore più intenso che si sposa male con le ricette dolci.

Ricotta nei dolci, come curarla prima dell’utilizzo

COME TRATTARE LA RICOTTA PRIMA DI USARLA
Uno pensa: ‘ora prendo la ricotta, la verso nella ciotola con il resto degli ingredienti ed è tutto fatto’. Invece, quello è il primo errore che non dovete commettere. Prima di essere usata, la ricotta deve essere perfettamente scolata per eliminare il siero oppure l’acqua in eccesso.
Non tutti se lo ricordano, non tutti ci pensano eppure è così. Avrete una ricotta meno liquida e quindi più compatta. Sarà sufficiente versarla in un colino a maglie strette sopra una ciotola. In alternativa, avvolgetela in un canovaccio pulito, fissare sopra la ciotola lasciandola per almeno un’ora.

LEGGI ANCHE -> Crostata al cacao con ripieno di ricotta: il dolce ideale per finire una cena

INSAPORITE LA RICOTTA
Tutti amano la ricotta ed è semplice insaporirla in modo intelligente, con le giuste dosi di spezie e liquori.

cannella
Fonte: iStock photo

Ideali sono ad esempio lo zenzero e la cannella, frutta secca come mandorle e pistacchi, ma anche liquori come il limoncello. Stesso discorso vale per la frutta fresca: fragole e ciliegie ma anche le pere sono il massimo.

Da leggere