Andrea, Filippo e Camilla: chi sono i figli di Roberto Mancini. Tutto sui gioielli del C.T.

I figli di Roberto Mancini sono nati dal suo primo (lunghissimo) matrimonio e hanno seguito in parte le orme del padre: ecco chi sono e cosa sappiamo di loro.

I figli di Roberto Mancini sono nati dal suo matrimonio con Federica Morelli. Il matrimonio venne celebrato all’inizio degli anni Novanta, in un vero e proprio periodo d’oro per Mancini, il quale all’epoca giocava nella Sampodoria ed era al massimo della forma.

Proprio tra il 1990 e il 1991, cioè appena un anno dopo il matrimonio, Mancini festeggiava due grandi vittorie: la nascita del suo figlio primogenito e il suo scudetto con la Sampdoria.

Da allora le cose sono molto cambiate: la famiglia Mancini ha continuato ad allargarsi, ma poi un allontanamento inconciliabile tra Roberto e Federica portò a una separazione definitiva dei due sposi.

Fortunatamente i figli dei due erano abbastanza grandi da all’epoca del divorzio e hanno potuto vivere quel difficile momento con molte armi in più rispetto agli altri figli di genitori separati che si trovano a vivere la stessa situazione in età molto più giovane.

I figli di Roberto Mancini: “I miei gioielli”

Figli roberto mancini
(Instagram)

Il commissario tecnico parla dei suoi figli con estremo orgoglio, tanto che nelle (rare) fotografie che posta con loro sul suo profilo Instagram ufficiale parla dei suoi ragazzi con toni entusiastici e grandissimo affetto.

I tre ragazzi, che ormai si può dire siano quasi adulti, sono nati all’inizio degli anni Novanta. Il primo, Filippo, è nato nel 1990, pochi mesi dopo il matrimonio dei genitori. Il secondo, Andrea, è nato appena 2 anni dopo, nel 1992. Dopo altri due anni è arrivata anche Camilla, la più piccola della famiglia e anche l’unica ragazza di Casa Mancini.

Filippo ha dimostrato di aver ereditato almeno in parte il talento calcistico di suo padre e, nel 2005 (quindi all’età di 15 anni) è riuscito ad entrare negli Allievi Regionali dell’Inter: che si sia trattato di una piccola “spintarella”? All’epoca in effetti il padre di Filippo era l’allenatore della prima squadra dell’Inter e godeva di massima considerazione all’interno dell’ambiente calcistico italiano.

In realtà pare proprio che non si sia trattato di una “spintarella” ma di vero e proprio talento ereditario. Andrea Mancini ha dimostrato in fatti di non essere da meno del padre e del fratello maggiore e anche lui è entrato prima nei Giovanissimi (a 13 anni) e poi ha fatto segnare il proprio nome nell’albo degli Allievi Regionali dell’Inter esattamente due anni dopo suo fratello.

Ha dimostrato anche di voler fare molto sul serio relativamente alla sua carriera calcistica: Andrea Mancini ha giocato a calcio anche al di fuori dell’Italia, giocando nel Regno Unito nel Manchester City e successivamente negli Stati Uniti per il New York Cosmos.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea Mancini (@manciojr_)

Andrea è anche molto legato alla famiglia: la didascalia che ha pubblicato per questa fotografia sul suo profilo Instagram recita “Familia Ante Omnia”, cioè “La Famiglia Prima di Ogni Cosa”. Nella foto, scattata in vacanza, Andrea è seduto all’estrema destra, poi si possono individuare Filippo, papà Roberto e naturalmente Camilla.

Camilla, la più giovane e anche la più attiva sui social network, è anche l’unica che ha deciso di esporsi più candidamente in merito ai temi della fama e della “sopportazione” che deve mettere in pratica la famiglia di un uomo famoso come suo padre.

“Per me è un padre normale e io  sono una figlia normale” ha scritto qualche tempo fa su Instagram. “Solo che mio padre fa un mestiere che gli porta grande visibilità. Per questo la privacy che hanno di solito le famiglie, noi l’abbiamo meno” ha spiegato molto lucidamente la più giovane di casa Mancini.

Camilla aveva 15 anni quando i suoi genitori si sono separati ufficialmente: era il 2009 e una nota ufficiale spiegava che i coniugi Mancini avevano messo fine alla loro unione ufficialmente, dopo ben due anni trascorsi vivendo praticamente da separati.

Solo successivamente si è scoperto che in realtà le “difficoltà inappianabili” che i due avevano incontrato nel tentativo di ricucire il loro rapporto erano sorte tutte dalla parte del CT, il quale sembra abbia deciso praticamente da solo di porre fine alla relazione con la moglie.

Diversi anni dopo Roberto Mancini fu “beccato” a frequentare la sua legale, con la quale poi avrebbe cominciato un’altra relazione stabile dopo quella con la ormai ex moglie (durata ben 25 anni). I due si sarebbero sposati nel 2017 e lei si chiama Silvia Fortini. La donna, più giovane di Mancini, ha deciso di rivoluzionare completamente la sua vita e di trasferirsi in Russia per stare accanto al marito, il quale attualmente lavora come commissario tecnico per lo Zenit San Pietroburgo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Family2foot2 (@family2foot2)

Una curiosità: a seguito della separazione è emerso che Roberto Mancini è stato tenuto a versare 40.000 Euro al mese alla sua ex  moglie come assegno di mantenimento.

Da leggere