The Jackal, Pecchini dopo il caso Aurora Leone tuona: “Devono dire la verità!”

I The Jackal hanno creato un vero caso alla Partita del cuore. A prendere la parola ora è Pecchini, ex direttore della Nazionale Cantanti.

Negli scorsi giorni, durante la vigilia della Partita del Cuore, è scoppiato un vero e proprio caso mediatico. In quanto l’ex direttore della Nazionale Italiana Cantanti, Gianluca Pecchini è stato accusato di sessismo. Come ben ricorderete, a far partire il tutto sono stati Aurora Leone e Ciro Priello dei The Jackal che sui loro account social hanno annunciato di essere stati allontanati dal tavolo della Nazionale Cantanti. O meglio: soltanto Aurora sarebbe stato allontanata dal tavolo in quanto donna perché, nonostante fosse stata chiamata per prendere parte all’evento, le sarebbe stato che non poteva di certo giocare a calcio.

Queste dichiarazioni hanno indignato il paese intero, tant’è che numerosi artisti si sono schierati dalla parte dell’attrice rifiutandosi di scendere in campo e Pecchino è stato costretto a dimettersi dal suo ruolo per non causare la cancellazione dell’evento benefico. Ora però, che l’evento si è concluso, a prendere la parola è proprio lui che ai microfoni di Adnkronos ha lanciato un appello ai The Jackal.

Gianluca Pecchini dopo la Partita del cuore rompe il silenzio sui The Jackal

gianluca pecchini
foto da instagram

Gianluca Pecchini ha in un primo momento sottolineato come il confronto con i The Jackal non sia stato fatto, secondo lui, ad armi pari. In quanto il gruppo di artisti avrebbe dalla loro l’utilizzo dei social, mentre lui ne sarebbe sprovvisto perché non si sarebbe nemmeno iscritto sulla nota piattaforma Facebook. Inoltre li ha invitati a raccontare come sarebbero andate realmente le cose, perché sostiene che quanto dichiarato non corrisponderebbe alla realtà dei fatti e che avrebbe dato le dimissioni soltanto per non mettere a rischio l’evento.

LEGGI ANCHE –> Fedez, Elodie e Alessandra Amoroso indignati per Aurora Leone: “Ribaltato tutto”

“Io sono andato lì e ho semplicemente detto loro: ‘Ragazzi questo è il tavolo della Nazionale Cantanti’ e gli ho chiesto se gentilmente si potevano sedere in altri tavoli e così hanno fatto visto che hanno mangiato nel tavolo a fianco’ ha esordito l’ex direttore della Nazionale Cantanti, rivelando la sua versione della storia in questa vicenda che ha indignato il pubblico.

Non so perché Aurora abbia raccontato questa storia ha poi ripreso. “L’ho vista un po’ stizzita quando le ho detto che quello era il tavolo della Nazionale Cantanti ma non mi sarei mai immaginato un caos del genere ha spiegato. “I The Jackal continuano a dire che io ho detto frasi sessiste e a infangare il mio nome nonostante io li abbia visti forse per 46 secondi” ha poi concluso.

Gianluca Pecchini ha replicato ai The Jackal, che almeno per il momento hanno preferito non tornare a parlare dell’argomento.

Da leggere