C’è una parte di te che detesti? Ti sveliamo perché amarla ti aiuterà a migliorarla

donna felice specchio
Fonte foto: Adobe Stock

Scopri come amare e migliorare quelle parti di te che detesti e che percepisci come difetti.

Ognuno di noi ha pregi o difetti che nel tempo vengono alla luce mostrandosi in modo più o meno evidente. Se si pensa all’aspetto fisico, ad esempio, con il tempo ci si può trovare a vedere in modo critico e negativo i propri capelli, le braccia, le cosce o altre zone del corpo.

La verità è che tutti hanno dei difetti o delle parti meno belle di altre. Ma sarà solo imparando ad amarle che si riuscirà a migliorarle. Perché per rendere bello qualcosa che non ci piace passa sempre dall’accettazione di se e dalla voglia di prendersene cura.

Dopotutto, come si può sperare di migliorare qualcosa che si copre di continuo e che si finge di non vedere? Scopriamo quindi come cambiare atteggiamento può renderci improvvisamente più belle, sia agli occhi degli altri che, cosa più importante, ai nostri.

Impara ad amare i tuoi difetti per migliorarli

donna felice specchio
Fonte foto: Adobe Stock

Ogni giorno ci guardiamo allo specchio e sicuramente c’è una parte di noi (o più di una) verso la quale storciamo il naso, cercando il modo per nasconderla per non pensarci più.

Ebbene, questo atteggiamento è sicuramente sbagliato. La chiave per vedersi più belle è infatti quella di far pace con ciò che si percepisce come un difetto, iniziando ad amarlo e a valorizzarlo. Perché anche ciò che ci sembra meno bello può avere dei pregi che se sottolineati possono trasformarlo in un punto di forza. Scopriamo quindi come fare per cambiare la visione che abbiamo di noi.

Focalizzarsi su un problema alla volta. Iniziamo con lo scegliere un solo difetto che percepiamo come tale. Focalizzarsi su troppi alla volta porta infatti a sentirsi sopraffatti e negativi. Si può iniziare dal peggiore o dal più piccolo. Ciò che conta è farlo con la sincera voglia di cambiare le cose e di apportare un miglioramento non solo al difetto in se ma alla percezione generale che si ha del proprio corpo. Se detesti una parte di te, quindi, inizia a lavorarci su e a trattarla in modo diverso.

Prendersi cura della parte che non amiamo. Una volta deciso il punto che non ci piace è importante iniziare a prendersene cura. Fare dei massaggi, usare creme idratanti e cercare di renderlo più bello con i vestiti giusti sarà un buon modo per entrare in confidenza ed iniziare ad amarlo in quanto parte di noi.

Che si tratti di un naso ingombrante, delle cosce troppo grosse, delle braccia flaccide, della pancia sporgente o di un lato b troppo piatto, ciò che conta è cercare di amarlo. Dopotutto si tratta di una parte di noi e non di un nemico. E ognuna di noi merita di amarsi nella sua interezza.

Imparare a valorizzare il nostro più grande difetto. Valorizzare quello che si ritiene un difetto è meno difficile di quanto si pensi. Certo, oggi forse lo detesti ma domani potrebbe tramutarsi in un punto di forza. Tutto sta nel conoscersi a fondo e nell’imparare a trasformare una mancanza in qualità. A volte, infatti, non serve necessariamente nascondersi.

LEGGI ANCHE -> Il tuo corpo non ti piace? Ecco come cambiare (davvero) le cose

Un seno che si considera troppo piccolo può essere messo in risalto con un top ricco di pizzi e merletti o con un abito dalla scollatura profonda. Delle cosce grosse possono essere rese più armoniche da un pantalone aderente. Il trucco sta nel trovare le combinazioni giuste che aiutano ad ottenere una figura armoniosa nel suo complesso. Figura che si dovrà valutare nel complesso.

donna specchio
fonte foto: Adobe Stock

Non curarsi dei giudizi altrui. Un aspetto importante per andare d’accordo con se stessi è quello di ignorare i giudizi altrui. È infatti importante imparare a pensare con la propria testa e giudicarsi secondo i propri gusti. Gli altri non dovrebbero mai mettere bocca su come siamo fatti e su come scegliamo di vestirci. E se lo fanno, l’unica scelta giusta da fare è quella di ignorarli.

Amarsi, sempre e comunque. E infine, la cosa più importante è amarsi nella propria interezza e ricordarsi sempre che non siamo solo un corpo o delle gambe, dei capelli o un naso. Noi siamo il mix di tante cose che messe insieme compongono la perfezione. Una perfezione che è tale grazie proprio a quei difetti che ci rendono uniche. Un concetto a volte difficile da apprendere ma che una volta interiorizzato può migliorare la vita in modo inimmaginabile.

Imparare ad amare ciò che si detesta di se stessi è la prima mossa da compiere per volersi bene. Solo raggiunto questo step ci si potrà concentrare anche nel migliorare i propri difetti. Sia agendo su di essi come consigliato sopra che imparando a ripetersi le frasi giuste per volersi più bene. E tutto al fine di diventare la versione migliore di noi (non solo fisicamente) intraprendendo un percorso che sia piacevole non solo per il risultato finale ma per tutto l’arricchimento che sarà in grado di fornirci.