Vi piace farlo insieme? Ecco come trovare i giusti ritmi

Vi piace camminare? Scopri come trovare i ritmi giusti per farlo insieme. Un modo per mantenersi in forma e rilassarsi in coppia.

Ormai da diversi anni non si fa che parlare dei benefici di una bella camminata e di come questa, se eseguita con costanza e nel giusto modo, possa migliorare la qualità della vita al punto da allungarla. Un beneficio che vissuto in coppia potrebbe rendere addirittura più piacevole il rapporto a due.

Perché camminare fa bene al fisico ma sopratutto alla mente e praticare una camminata in coppia è un ottimo modo per rilassarsi insieme, chiacchierare ed aumentare la complicità. Per riuscirci è però indispensabile trovare i ritmi giusti. Oggi, quindi, scoprire come allenarsi insieme al fine di sostenere al meglio una camminata a due.

Camminare in coppia? Il segreto sta nel trovare il ritmo giusto

coppia felice
fonte foto: Adobe Stock

Quando si va a camminare, la prima cosa da fare è allenare il proprio fisico al ritmo serrato dell’esercizio che comprende una certa padronanza del fiato e, ovviamente, la resistenza. Se vi piace farlo insieme, quindi, è importante trovare i ritmi giusti.

Per camminata, infatti, non si intende una passeggiata al centro commerciale o una per negozi con frequenti stop davanti alle vetrine. Camminare per stare meglio significa trovare la giusta andatura che alleni il fisico senza stancarlo troppo e che pertanto aiuti l’organismo a mettersi in moto.

Camminare vuol dire coprire sessioni che possono andare dai 20 minuti fino ad un ora. Sessioni che quando si sarà correttamente allenati potranno comprendere anche dei momenti da dedicare alla corsa. Ma procediamo con la camminata e una volta capito come eseguirla correttamente, cerchiamo di capire come allenarsi in coppia.

LEGGI ANCHE -> Vivete una relazione sana? La risposta vi lascerà di stucco

Trovare un’andatura di coppia. La prima cosa da fare è certamente quella di iniziare a sondare il terreno. Per farlo occorre quindi andare insieme al parco (ovviamente vestiti con un abbigliamento comodo e scarpe da ginnastica) e iniziare a camminare. Il trucco per funzionare insieme al partner è quello di non aver fretta e di rispettare sempre i ritmi dell’altra persona.

Il più veloce dei due, quindi, dovrebbe uniformarsi alla velocità dell’altro. Iniziare senza pretese è quindi la prima cosa da fare. In questo modo ci si misura e si impara a conoscersi meglio. Per riuscirci basta iniziare semplicemente a camminare normalmente salvo aumentare poco alla volta l’andatura e capire fin dove si riesce a mantenere la stessa.

Parlare. Andare a camminare insieme significa trovare uno spazio personale dedicato alla coppia nel quale parlare. Farlo insieme, una volta trovati i ritmi giusti, aiuta infatti prima di tutto a capire come si sta e a monitorare anche il partner. Per camminare alla giusta andatura, infatti, non si dovrebbe avere il fiatone. Qualora uno dei due iniziasse a mostrare segni di affaticamento si dovrebbe rallentare.

coppia che corre
fonte foto: Adobe Stock

Questo processo è importante perché aiuta la coppia a conoscersi meglio e a prestare attenzione a segnali che normalmente non considera. Cosa che può aumentarne l’affiatamento e la complicità. Inoltre, parlare mentre si cammina aiuta a stressarsi meno ed affrontare anche argomenti più importanti con un carico di emotività minore.

Sostenersi a vicenda. Che si decida di limitarsi alla camminata o si scelga di aumentare l’andatura correndo, la camminata a due dovrebbe essere un percorso da fare in coppia. I due diventano parte di una squadra che pertanto dovrà sostenersi nei momenti di stanchezza di uno, senza però limitare l’andatura dell’altro.

Il più veloce potrebbe ad esempio improvvisare qualche piccolo sprint in cui correre per poi tornare subito indietro, raggiungendo il meno veloce. In questo modo si procederebbe insieme facendo del proprio ritmo anche quello dell’altro. Si tratta di un metodo che si acquisisce con il tempo e con la giusta confidenza ma che fa davvero bene ad entrambi.

Camminare insieme fa bene per diversi motivi. Si diventa complici e si trova un hobby da condividere. Si impara a gestire il tempo insieme in modo diverso, si parla in un ambiente diverso dal solito e a suo modo protetto e si instaura una certa complicità. Farlo insieme, una volta trovati i ritmi giusti è quindi più positivo che mai, sopratutto per i tanti benefici che comporta.

Benefit ai quali si aggiungono ovviamente quelli della camminata che sono una miglior respirazione, un fisico più allenato, glicemia e colesterolo più bassi, maggior resistenza e miglior conoscenza del proprio corpo.

Inoltre, fare insieme qualcosa che fa bene alla salute aumenta l’attenzione alla stessa sia da un punto di vista personale che nei riguardi dell’altra persona. Altro motivo più che valido per iniziare a condividere quest’attività fisica che, una volta provata, si rivelerà molto più piacevole e divertente di quanto si pensi.

Da leggere