Dramma Gabriele Cirilli, lotta contro la malattia invisibile: chi lo ha salvato

Gabriele Cirilli, noto attore comico, rivela un proprio momento di sofferenza nel salotto televisivo di “Vieni da me” con Caterina Balivo.

Gabriele Cirilli (Getty Images)
(Getty Images)

Dietro ogni sorriso si cela sempre una sofferenza: i comici più irriverenti, spesso, nelle battute nascondono momenti di criticità che esorcizzano con la risata. È il caso anche di Gabriele Cirilli, celebre attore comico nato artisticamente grazie alla scuola di teatro del compianto Gigi Proietti e sbocciato allo Zelig di Milano, divenuto poi un format televisivo grazie a personaggi come l’iconica Tatiana.

Dalle parodie alle esibizioni di “Tale e Quale Show” con l’omaggio a PSY e il suo Gangnam Style, fino ai palcoscenici dei teatri italiani più conosciuti. Il successo, tuttavia, è arrivato dopo una serie di momenti difficili che l’artista racconta nel corso della trasmissione Rai “Vieni con me”, nel salotto di Caterina Balivo.

Leggi anche – Giulia De Lellis, ritorno al passato: di nuovo accanto alla persona del suo cuore

Gabriele Cirilli, successo e sofferenza: “Grazie a mia moglie sono rinato”

Gabriele Cirilli malattia (Getty Images)
(Getty Images)

“Sono molto grato a mia madre. Una donna eccezionale che mi ha sempre supportato, si è sempre spesa per gli altri: un animo nobile e sensibile. Anche quando non stava bene cercava di fare qualcosa di utile alla collettività”, ha raccontato. Poi un altro posto speciale nel cuore dell’attore ce l’ha la moglie Maria: si conoscono da bambini, un amore fiabesco il loro. Sentimento nato in tenera età e maturato con il tempo.

Gabriele Cirilli, ora, è appagato anche professionalmente, ma non è sempre stato così: “C’è stato un tempo in cui non venivo gratificato professionalmente. Volevo fare l’attore, ma non me lo permettevano: mi scartavano ai provini. Così passavo le giornate sul divano, ho sofferto anche di depressione perché non riuscivo ad affrontare il mio lavoro nella maniera in cui avrei voluto. Con grinta e passione. Mia moglie portava a casa lo stipendio vero, quello che permetteva di farci da mangiare”.

Le sue confessioni, con le lacrime agli occhi, hanno emozionato il pubblico. Sorrisi o lacrime non fa differenza, con Cirilli le suggestioni arrivano dritte al cuore. Lontano dalle banalità e le mezze misure.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gabriele Cirilli (@gabricirilli)