Il metodo semplice e veloce per pulire bene e con poca fatica le cravatte. Saranno come nuove!

Ti sveliamo i segreti per pulire bene le cravatte in poche e semplici mosse. Non dovrai più portarle in lavanderia! Scopri tutti i passaggi del procedimento.

Non c’è look davvero perfetto senza gli accessori giusti. Questa è la regola d’oro valida per tutti. Lo sanno bene le influencer di casa nostra, sempre attente a seguire le ultime tendenze. Per le donne c’è davvero l’imbarazzo della scelta tra orecchini, bracciali, collane, borse, cinture, scarpe e molto altro ancora.

cravatta
(Adobe Stock)

Per gli uomini, invece, le possibilità sono più limitate. Tra gli accessori più amati c’è la cravatta, da sempre simbolo di eleganza. La si indossa in tutte le circostanze per le quali è richiesta una certa formalità. E’ perfetta per appuntamenti e riunioni di lavoro, per riti e cerimonie e, più in generale, per tutte le occasioni che contano.

A tinta unita oppure a fantasia, di seta, misto seta, lana o cotone, la cravatta è un must have per il guardaroba maschile. Ma non solo. In commercio si trovano anche delle bellissime cravatte da donna, perfette per dare un accento personale all’outfit.

Le cravatte possono macchiarsi. Quando capita, l’unica soluzione è portarle in lavanderia? Assolutamente no! Vogliamo svelarti tutti i segreti per pulirle bene a casa, in poco tempo e senza troppa fatica. Vediamo insieme come procedere, step by step.

Scopri come pulire bene le cravatte in pochi passaggi

Può succedere che le cravatte si sporchino. Le macchie di unto e di vino sono le più ostinate. Con un po’ di pazienza e con trucchi infallibili si possono pulire anche a casa, evitando la lavanderia. Ecco la mini-guida che ti alleggerirà il lavoro.

cravatta
(Adobe Stock)

  • Leggi bene le istruzioni per il lavaggio. Può variare a seconda del tipo di materiale della cravatta. Ogni produttore riporta delle indicazioni precise, per evitare danni ai tessuti. Di solito le cravatte in seta si lavano a secco. Per quelle in altri materiali si può fare un lavaggio a mano. Quindi, attieniti scrupolosamente alle indicazioni.

chedonna instagram
Segui anche tu CheDonna su Instagram, clicca l’immagine ed entra nella nostra community!

  • Occhio ai colori, potrebbero scambiare. Lava sempre una cravatta alla volta. Inoltre, devi fare questo test prima di metterla in ammollo. Bagna un po’ il risvolto della cravatta, per vedere se i colori scambiano. Se capita questo, allora fai un lavaggio a secco con un prodotto specifico.
  • Per il lavaggio a mano, usa prodotti delicati. Prendi una bacinella, riempila d’acqua fredda e aggiungi un mezzo misurino di detersivo delicato. Immergi la cravatta e lasciala in ammollo per 10-15 minuti. Trascorso il tempo, strofina sulle macchie aiutandoti con un panno in microfibra.

LEGGI ANCHE –> Colli e polsi macchiati delle camicie? Ecco come rimediare

  • Risciacqua bene. Usa dell’acqua tiepida e assicurati di aver rimosso ogni residuo di schiuma. Fatto questo, metti la cravatta su un asciugamano, che assorbirà l’eccesso d’acqua. Un consiglio: non strizzare mai la fascetta!
  • Fai asciugare bene la cravatta. Puoi metterla sullo stendino, preferibilmente senza usare le mollette, per evitare che lascino segni profondi. Lascia asciugare la cravatta per tutto il tempo necessario ma non esporla alla luce diretta del sole.

Per stirare le cravatte, tieni conto sempre dei materiali. Regola bene la temperatura del ferro da stiro. Per sapere qual è quella giusta, leggi le etichette. Piccola astuzia: per le cravatte scure o in tessuti delicati, stira sempre al rovescio.

Per conservare le cravatte, invece, ci sono due soluzioni: puoi appenderle o arrotolarle. Ricorda però che le cravatte a maglia, quelle in seta e i modelli con la punta quadrata, devono sempre essere arrotolati.

Da leggere