Marco Giallini: “Il dolore per la morte di mia moglie? Non passa mai”

Marco Giallini torna a parlare della morte della moglie, avvenuta dieci anni fa: “Il dolore non passa mai. Ti dimentichi un po’ la voce”.

marco giallini
Fonte: https://www.instagram.com/p/CNdMJmuLMyZ/

Sono passati dieci anni da quando Loredana, la moglie di Marco Giallini, perse la vita, ma il dolore è sempre vivo nel cuore dell’attore che, in una lunga intervista rilasciata ai microfoni del Corriere della sera, è tornato a parlare della prematura scomparsa della donna della sua vita.

Quello tra Marco Giallini e Loredana è stato un grande amore coronato dal matrimonio e dalla nascita di due figli, Rocco e Diego che avevano 12 e 5 anni quando la mamma è venuta a mancare.

“Alla fine, io sto in lockdown da quando è morta Loredana. Quando sto solo e qualcosa non va. Dico: Eh amore mio…”, ha detto al Corriere.

Marco Giallini, il dolore senza fine per la morte della moglie Loredana

marco giallini
Fonte: https://www.instagram.com/p/CMjlw2hJy6e/

Si racconta a 360 gradi Marco Giallini nell’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Sulle pagine del quotidiano, l’attore apre il suo cuore parlando del dolore, sempre presente, per la morte della moglie Loredana avvenuta dieci anni fa.

Alla fine, io sto in lockdown da quando è morta Loredana” – racconta Giallini. “Il dolore era troppo. Il pensiero che lei rientri a casa da un momento all’altro dura due anni, poi, capisci che morire è prassi. Non a 40 anni. Non fra le mie braccia, mentre prendiamo le valigie per le vacanze. Ma non sono l’unico a cui è successo. Fare a meno è questione di testa, anche fare a meno delle menti dei bimbi non più chiare, del loro pensiero: vorresti sapere che pensano il giorno della festa della mamma o quando spegni la tv e quello, a 5 anni, strilla: mamma mamma”.

LEGGI ANCHE—>Loredana, moglie morta Marco Giallini: “Era il mio tutto”

Un dolore che non è mai andato via. “E che passa? Ti dimentichi un po’ la voce”, ammette. Oggi, l’attore dedica la sua vita ai figli e al lavoro. Difficile immaginare un altro amore dopo quello vissuto con Loredana.

“Ma di chi? Ma perché? Innamorato ero di mia moglie. Per 27 anni, non ci siamo mai lasciati e non abbiamo mai litigato. Lei era la donna mia e io il suo uomo. Nel mondo, quante ce ne possono stare di persone per te? Una”, conclude l’attore.

Da leggere