Sostituire un pasto con barrette energetiche ed integratori alimentari è corretto? L’Iss risponde

Molti pensano di poter sostituire un pasto con barrette energetiche ed integratori alimentari ma è corretto? Ecco cosa risponde l’Istituto superiore di sanità.

Quando si decide di perdere peso è fondamentale seguire una dieta ipocalorica cercando di variare più possibile gli alimenti e praticare attività fisica regolarmente.

Molti pensano di poter anche sostituire interi pasti con le barrette energetiche o integratori alimentari. Ma in effetti è corretta quest’abitudine?

Scopriamo la risposta dell’Istituto superiore di sanità in merito.

“È corretto sostituire un pasto con le barrette energetiche e gli integratori?”

sostituire pasto barretta
Fonte: Canva

Una domanda che in tanti si pongono quando decidono di perdere peso è: “Si può sostituire un pasto con barrette energetiche e integratori alimentari?”.

Ebbene a questo quesito ha risposto l’Istituto superiore di sanità nel sito Issalute.it alla sezione “falsi miti e bufale”.

“Nessun prodotto dovrebbe sostituire, se non per periodi limitati e all’interno di un regime dietetico ipocalorico controllato, un pasto completo. Il mix di vitamine e micronutrienti presenti nei pasti sostitutivi non riproduce sulla salute tutti gli effetti di una dieta sana e bilanciata”.

La risposta alla domanda è quindi negativa. Una barretta energetica così come gli integratori non andranno mai a sostituire un pasto.

LEGGI ANCHE –> Alimenti che sembrano sani ma non lo sono.

“Possono invece essere inseriti  – spiega Iss – all’interno di una dieta ipocalorica sana e in funzione di un obiettivo prefissato”. 

Tra integratori, barrette e bevande esistono in commercio più di 4500 opzioni ma nessuna è un valido sostituto di un pasto in una qualsiasi dieta sana e bilanciata.

Pur avendo buone proprietà nutritive, così da poter essere utilizzati per altri scopi, non hanno però la completezza di un pasto equilibrato. Questo perché gli alimenti sono complessi e non è semplice riprodurli in laboratorio.

Gli integratori possono essere utili ad esempio quando aumenta il fabbisogno in particolari situazione: pensiamo all’acido folico in gravidanza. Il ferro se si hanno abbondanti flussi mestruali, la vitamina D per l’osteoporosi, e la B12 per i vegetariani.

Non dimentichiamo poi che gli integratori possono interagire con alcuni farmaci e l’eccesso di alcuni nutrienti possono addirittura avere effetti negativi sulla salute. Pensiamo all’ipervitaminosi di cui vi avevamo già parlato qui. 

sostituire pasto barrette energetiche
Fonte: Canva

Ecco perché anche l’Istituto superiore di sanità raccomanda un uso attento di integratori consultando prima il medico e leggendo con attenzione l’etichetta in cui è descritto il contenuto.

Discorso diverso è invece utilizzare la barretta come spuntino prima dell’attività sportiva perché in questo caso non sostituisce un pasto ma aiuta l’organismo a non andare in ipoglicemia. Oltre a quelle che si trovano in commercio realizzate per gli sportivi puoi provare anche queste fatte in casa: ecco la ricetta Barrette energetiche ai semi di sesamo e cioccolato: lo snack sano.

(Fonte: Issalute.it)

Da leggere