Roberto Alpi, da Centovetrine al terribile lutto: cosa fa oggi

Roberto Alpi – Fiorenzo per l’anagrafe – è un attore italiano principalmente noto per la partecipazione a soap: un grave lutto lo ha colpito.

Roberto Alpi
(Twitter)

Roberto Alpi, una carriera costellata di successi. Volto noto della fiction italiana, conosciuto per le partecipazioni a “Un posto al sole” e “Centovetrine”, ha saputo conquistare il pubblico italiano sul piccolo schermo proprio per quel suo piglio determinato e gioviale in grado di alternare pathos, dramma e humor. La strada del successo, spesso, è costellata di criticità: Roberto – al secolo Fiorenzo – Alpi ha intrapreso l’adeguata gavetta prima di arrivare alla propria realizzazione.

Percorso artistico ancora in evoluzione, ma le difficoltà non arrivano dal lavoro. L’interprete un grande vuoto ce l’ha nel privato: la sua vita, infatti, è contraddistinta da un grande lutto. La perdita della figlia è una ferita ancora aperta che, sicuramente, sarà impossibile rimarginare: ora occorre solo andare avanti, ma come?

Leggi anche – Angela Lansbury, da “La signora in giallo” al dramma vissuto con i figli

Roberto Alpi in lutto: profondo dolore per la morte della figlia

Lutto Roberto Alpi (Twitter)
(Twitter)

Questa e tante altre domande pervadono la quotidianità di Alpi: profondamente cambiato da un evento ineluttabile, ma inaspettatamente prematuro. I genitori non dovrebbero mai sopravvivere ai figli: paradossi della vita che, spesso, non fa altro che metterci alla prova. La più difficile ora tocca all’attore. La dipartita della figlia Arianna (avvenuta nel 2015) ha scosso anche il mondo dello spettacolo: tanti i messaggi di cordoglio al collega e a sua moglie.

Toccanti le parole di Elena Sofia Ricci, amica di famiglia dell’attore: “Apprendo ora della scomparsa di Arianna. Non riesco a trovare le parole per esprimere a Marina Giulia Cavalli e Roberto Alpi tutto il mio più profondo dolore . Vi abbraccio forte. Elena Sofia”, si legge sulla pagina Facebook ufficiale dell’attrice. Un vuoto difficile da colmare, non solo per i suoi cari che provano a guardare avanti con il cuore spezzato e un’assenza che pesa inesorabilmente.

Da leggere