Non tutti sanno come eliminare le incrostazioni dalle piastrelle, scopri il sorprendente trucco

Se le piastrelle del bagno e cucina sono sporche e incrostate, se non riuscite a pulirle bene, ecco i trucchi per pulire in fretta e con prodotti naturali.

La scarsa pulizia delle piastrelle in cucina o in bagno potrebbe rendere davvero difficile la rimozione delle incrostazioni. Si sa che quando si presta poca attenzione alla pulizia delle piastrelle si accumula calcare, residui di detergenti e sporco. Ma la pulizia accurata e frequente non vi fa ritrovare in questa situazione. Purtroppo anche l’acqua residua e non rimossa dalle piastrelle può portare alla formazione di calcare, muffa e proliferazione di batteri. Noi di CheDonna.it siamo qui per svelarvi alcuni straordinari trucchi per pulire le piastrelle incrostate.

Come pulire le piastrelle incrostate: ecco i trucchi infallibili

Talvolta basta davvero poco tempo per pulire le piastrelle in modo veloce e senza eccedere con detersivi troppo aggressivi.

piastrelle
Foto:Adobe Stock

Purtroppo tra le linee di fuga delle piastrelle sia del bagno che della cucina si annida lo sporco con il tempo se non si pulisce spesso. Le piastrelle si possono pulire anche con prodotti naturali come aceto e bicarbonato. Provate a mettere in una ciotola il bicarbonato di sodio con acqua tiepida, ma non troppo dovrete ottenere un composto cremoso e non liquido. E’ necessario lasciare così per 30 minuti, poi prendete una spazzola dalle setole morbide, sarebbe preferibile uno spazzolino da denti e procedete a strofinare energicamente tra le fughe così da eliminare lo sporco ostinato. Adesso lavate con abbondante acqua e poi asciugate per bene.

LEGGI ANCHE–> Come pulire il bagno in 10 minuti: scopri il trucco

In alternativa potete mettere in una ciotola l’acqua ossigenata e il bicarbonato fino ad ottenere una pasta quasi solida. Distribuite sulle linee di fughe la crema ottenuta e strofinate energicamente e poi sciacquare con acqua calda. Purtroppo se è presente la muffa e non è andata via potete solo utilizzare dell’alcol di aceto, perfetto per sbiancare le fughe delle piastrelle. Nell’aceto è contenuto l’acido acetico è in grado di sciogliere lo sporco ed elimina le macchie di umidità. Provate anche con acqua calda e candeggina o qualsiasi altro detergente disinfettante e poi pulite bene e poi sciacquate bene e asciugate. Ricordate che dopo aver lavato dovete sempre asciugare con un panno morbido per evitare la formazione di calcare.

aceto
Foto:Adobe Stock

Un piccolo trucco per evitare di ritrovarsi con lo sporco annidato tra le linee di fuga ecco come rimediare. Mettete in una bottiglia con vaporizzatore aceto bianco e acqua tiepida poi procedete alla pulizia delle piastrelle, basta spruzzare e fate agire per 15 minuti, ma pulite sempre con spugna o una spazzola sciacquate e asciugate.

Infine se avete la vaporella, allora provatela e il risultato sarà a dir poco soddisfacente.

 

Da leggere