Amadeus e il problema invisibile dietro al successo: la lotta del conduttore

Amadeus e la lotta quotidiana contro un problema invisibile dietro il successo: il racconto del conduttore e l’aiuto della moglie Giovanna Civitillo.

amadeus
Fonte: https://www.instagram.com/giovanna_e_amadeus/

Amadeus è uno dei conduttori più amati della televisione italiana. Sin da ragazzino ha sempre sognato di lavorare nel mondo dello spettacolo. Dopo aver lavorato per anni in radio, per Amedeo Umberto Rita Sebastiani, questo il vero nome del conduttore, si sono aperte le porte del successo conducendo programmi importanti come il Festivalbar e Buona domenica, Domenica in e Quiz show, L’eredità e Reazione a catena.

Nel 2006, però, qualcosa andò storto. All’epoca conduceva L’Eredità, il game show di Raiuno, oggi condotto da Flavio Insinna che ha raccontato la lotta contro la malattia invisibile. Dopo aver ricevuto un’importante proposta da Mediaset, Amadeus decise di lasciare la Rai.

«Fui lusingato: andavo a guadagnare di più, mi offrivano tre anni di contratto, potevo tornare a Milano dove stava mia figlia. Tutto perfetto. Invece i 3 anni di preserale si fermarono a pochi mesi. Sono rimasto fermo per due anni e ho rischiato che la mia carriera fosse al capolinea. Nessuno mi dava da lavorare, nessuno mi chiamava, non avevo più offerte, ero passato dall’essere uno che faceva picchi di ascolto a uno a cui non squillava il telefono. Sbagliai io ad accettare quella proposta, ma a quel punto avevo due strade: o mi disperavo o ripartivo da zero», raccontò al Corriere della Sera.

Amadeus decide di ripartire accettando, successivamente, l’offerta di Michele Guardì di condurre Mezzogiorno in famiglia. Una nuova esperienza per il conduttore che è poi riuscito a riconquistare la fiducia degli addetti ai lavori che, con il tempo, gli hanno affidato la conduzione de I soliti ignoti che conduce ancora oggi, Stasera tutto è possibile, poi affidato a Stefano De Martino quando è stato chiamato ad affrontare la prova come direttore artistico e conduttore del Festival di Sanremo.

Una brillante carriera quella di Amadeus che deve combattere ogni giorno contro ansia e ipocondria.

Amadeus e la lotta contro ansia e ipocondria

amadeus
Fonte: https://www.instagram.com/giovanna_e_amadeus/

Come molti milioni di italiani, Amadeus soffre d’ansia. A confessarlo è statlo lo stesso conduttore in una lunga intervista rilasciata al portale Ok Salute.

Nella mia vita ho un’inseparabile compagna di viaggio: l’ansia. In tv non si vede, perché il momento nel quale sono maggiormente sereno e rilassato è quello in cui si accendono le telecamere. Semmai, a causarmi ansia è tutto quello che precede la messa in onda del programma: la preoccupazione di vedere realizzate le mie idee, superando le eventuali difficoltà, per dare al pubblico il miglior spettacolo possibile”, ha ammesso il conduttore.

LEGGI ANCHE—>Giovanna Civitillo, il segreto dell’amore con Amadeus: lei svela tutto

L’ansia di cui soffre Amadeus deriva dal voler fare le cose al meglio occupandosi in prima persona delle trasmissioni che conduce. Oltre all’ansia, il conduttore de I soliti ignoti deve fare i conti con l’ipocondria.

“Nella mia via privata, dove tendo a ingigantire anche le minuzie: se in una scala da uno a dieci un problema in realtà vale uno, per me è da dieci. Il fatto di essere ipocondriaco non migliora certo la situazione”, ha raccontato il conduttore che è ansioso nei confronti della propria famiglia.

La maggiore preoccupazione è che la mia famiglia stia sempre bene […] L’ansia, unitamente allo stress che inevitabilmente comporta, mi causa innalzamenti provvisori della pressione, sebbene io non sia un iperteso”.

Ad aiutarlo in tutto ciò c’è la moglie Giovanna Civitillo la cui presenza, per il conduttore, che riesce a darle davvero la scossa come faceva ai tempi dell’Eredità.

amadeus-giovanna-civitillo
Fonte: https://www.instagram.com/giovanna_e_amadeus/

È lei che mi spinge a godermi tutto ciò che di bello mi capita, evitando di ingigantire i piccoli contrattempi. Lei vede sempre il bicchiere mezzo pieno e, così facendo, è per me una fondamentale iniezione di fiducia. Avessi accanto una donna pessimista, sarebbe un disastro”, ha concluso nella lunga intervista rilasciata a Ok Salute.

Da leggere