Ecco perché non devi mettere questo alimento in frigorifero. Se lo fai, correggi l’abitudine!

Questo alimento non va conservato in frigorifero. Puoi tenerlo in dispensa, senza problemi. Scopri subito di più!

Non c’è casa senza almeno un frigorifero. E’ fondamentale per conservare provviste alimentari, frutta, verdura, ortaggi, cibi precotti e così via. Per il suo corretto funzionamento, bisogna impostare la temperatura ideale, che va da un minimo di 4 °C ad un massimo di 6 °C.

Siamo abituati a conservare cibi nel frigorifero, avvolti in sacchetti di plastica o carta. Alcuni resistono di più e, altri, invece, un po’ meno. Per esempio il cavolfiore scaldato, chiuso in un contenitore e conservato in frigorifero, deve essere consumato al massimo dopo 1-2 giorni.

frigorifero
(Adobe Stock)

Gli ortaggi, invece, si mantengono più a lungo se messi nei sacchetti di carta. Puoi riciclare anche quelli del pane. Avvolti perbene, possono conservarsi anche per 15 giorni. Il frigorifero è, quindi, un alleato prezioso in cucina. Ma non è adatto per tutti gli alimenti. Ce n’è uno che va conservato soltanto in dispensa ma non tutti lo sanno. Scopri subito di quale cibo stiamo parlando.

Forse non sai che il frigorifero danneggia questo alimento

E’ prodotto da piccoli insetti, spesso temuti e, negli ultimi anni, a rischio estinzione. Parliamo delle api e del loro prezioso miele, che ha tante proprietà benefiche per il nostro organismo. Il miele sta bene un po’ con tutto. Lo spalmiamo sulle fette biscottate, sul pancarrè, sulla frutta e così via. E’ perfetto anche per addolcire tisane, infusi e tè.

Anche i Romani apprezzavano molto il miele e lo impiegavano in cucina come bevanda o per insaporire i piatti. Discorso simile per gli Egizi che, addirittura, lo depositavano nelle tombe, tra gli oggetti del corredo funerario.

miele
(Adobe Stock)

Il miele è un alimento molto gustoso, ricco di sali minerali, antiossidanti e vitamine E e C. Una volta aperto il barattolo, in molti pensano che debba essere messo in frigorifero. E’ un errore! Il miele può essere conservato senza problemi in dispensa, anche dopo il consumo. A tenerlo in frigorifero, c’è il rischio che le proprietà organolettiche e gustative si alterino.

Il miele è una sostanza piuttosto densa. A contatto con il freddo, si solidifica e diventa difficile spalmarlo su una fetta di pane. Ecco perché la scelta migliore è quella di conservarlo a temperatura ambiente. Solo così si eviterà di dover aspettare diversi minuti prima di poterlo gustare.

LEGGI ANCHE –> Miele e cannella: scopri la tisana che fa perdere peso

Il miele va conservato in un luogo fresco, al riparo dalla luce diretta del sole. Quindi la dispensa è perfetta! Una volta aperta, la confezione si conserva bene per settimane. I barattoli di vetro o plastica sono ideali per preservare tutto il gusto del miele. In quelli di metallo, invece, c’è il rischio che possa ossidare.

Servono davvero pochi accorgimenti per conservare bene il miele. Non c’è l’assillo di doverlo consumare al massimo entro una settimana (come accade per altri alimenti) né la necessità di doverlo tenere per forza in frigorifero.

Insomma il miele è una fonte preziosa di benessere per il nostro organismo, con spiccate proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Ci sono tanti buoni motivi per consumarlo regolarmente e, ora, hai qualche informazione più per mantenerlo bene più a lungo, evitando di commettere errori.


 

 

 

 

Da leggere