Chi è Elio Germano? Età, carriera, vita privata e curiosità dell’attore italiano

Elio Germano “fa” l’attore ma non “è” un attore, odia le “merendine fosforescenti” che gli davano da bambino e sogna una vita senza social: tutto quello che si deve assolutamente sapere su di lui.

Elio Germano
(Instagram)

Nato a Roma ma da genitori molisani e trasferitosi a Roma da bambino, Elio ha vissuto una vita da immigrato: all’epoca venire da un’altra regione era come venire da un altro continente e da bambino ha sofferto non poco questa condizione.

Con gli altri bambini figli di immigrati molisani ha passato l’infanzia a caccia di lucertole, a contatto con la natura nelle meravigliose ville romane. Oggi ha due figli e una compagna che fa la maestra elementare e sogna ancora la vita semplice e vera di una volta.

E la fama? Per Elio Germano ha davvero poco valore: le cose che contano davvero per lui sono altre.

Elio Germano, l’attore che non è un attore

Elio Germano
(Instagram)

Come ha dichiarato in una famosa intervista, Elio Germano ritiene che la sua vittoria artistica più importante sia il fatto che spesso in strada la gente non lo riconosce. 

L’attore ritiene infatti che fare l’attore sia un mestiere come un altro e che dovrebbe rimanere confinato in una sola porzione della vita di una persona, senza “invadere” tutto il resto, soprattutto la vita privata.

Sulla scia di questa convinzione, Germano ha custodito con grande attenzione la propria sfera personale, proteggendola con impegno dalle sgradite incursioni dei media e della stampa. Per questo motivo della sua vita privata si sa pochissimo.

Nato nel 1980, ha da poco compiuto 40 anni e vive insieme a sua moglie Valeria, di cui non si sa nulla se non che è una maestra elementare. Dal loro matrimonio sono nati due figli, un maschio e una femmina. La più piccola è nata nel 2019, quindi ha davvero pochissimi anni.

La carriera di Elio Germano è cominciata nel pieno degli anni Novanta, quando appena bambino (bambino cicciottello per la precisione) è stato coinvolto nel grande giro di spot commerciali che all’epoca muoveva un giro enorme di denaro e di interessi.

Elio ha raccontato di ricordare davvero poco dei suoi lavori da bambino, dal momento che erano occasioni capitate completamente per caso e che di certo non rappresentavano un traguardo professionale.

Rimane memorabile però la partecipazione di un Elio adolescente alla pubblicità dei Kinder Bueno: all’epoca l’attore aveva 15 anni e già una presenza scenica memorabile.

Le grandi soddisfazioni artistiche naturalmente sono arrivate con i film veri e propri, ma Elio è approdato al cinema soltanto dopo aver fatto un’intensa esperienza di scuola di teatro nel corso dell’adolescenza.

All’epoca, ha raccontato l’attore, fare teatro era uno sfogo per l’energia tipica dell’adolescenza: sul palco si manifestavano tutti i sentimenti che normalmente non si aveva modo di tirar fuori e di mostrare in pubblico.

Da un certo punto in poi però il teatro venne messo da parte e Elio decise di cominciare il mestiere di attore cinematografico, partecipando al film di Carlo Vanzina Il Cielo in una Stanza.

Con il tempo Elio è stato scritturato anche per rivestire ruoli di personaggi storici realmente esistenti. È stato suo il ruolo di un altro intellettuale e artista molisano, Giacomo Leopardi, nel film Il Giovane Favoloso.

Ha anche vestito i panni di un maestro di scuola elementare dell’Isola d’Elba che tentò in ogni modo di opporsi allo strapotere di Napoleone e al fascino (che oggi definiremmo “mediatico”) di un personaggio destinato a entrare nell’immaginario collettivo dell’umanità.

Nel film Elio recita al fianco di una bellissima e conturbante Monica Bellucci, che veste (e sveste) i panni della Baronessa Emilia, destinata a diventare amante del maestro interpretato da Germano. Il film si intitola N – Io e Napoleone ed uscì nelle sale nel 2006 per la regia di Paolo Virzì.

Molto più di recente Elio Germano è tornato a vestire i panni di un personaggio realmente esistito per una produzione originale Netflix. Germano ha interpretato l’Ingegner Guido Rosa, che nel 1968 disturbò (letteralmente) la quiete pubblica internazionale creando uno stato artificiale al largo di Rimini.

Rivoluzionario, geniale, incontrollabile ma soprattutto dotato di una grande libertà intellettuale, il personaggio principale de L’Isola delle Rose ha tantissimo in comune con il suo interprete, che lo ha portato sullo schermo in maniera magistrale.

Nome e Cognome: Elio Germano
Data di Nascita: 25 settembre 1980
Città di Nascita: Roma
Segno Zodiacale: Bilancia
Altezza: 173 cm

Da leggere