La tua cotta “visualizza ma non risponde”? Cosa significa (e cosa devi fare) quando vedi le spunte blu

Non pensavi sarebbe mai stato un tuo problema, eppure è successo: ti ha lasciato con le “spunte blu”. Ecco cosa significa (e cosa fare).

spunte blu
(fonte: CheDonna – realizzata su: Canva)

Si tratta della “bestia nera” (o forse dovremmo chiamarla “bestia blu“) di tutte le relazioni 2.0, quelle che resistono anche durante questi (difficili) tempi tecnologici.
Parliamo, ovviamente, delle famosespunte” o conferme di visualizzazione, che cambiano ad ogni app di messaggistica e che sono diventate, in poco tempo, un vero e proprio strumento (di tortura, grazie Mark).

Cosa fare, quindi, quando il tuo partner o la tua cotta ti lasciano “in sospeso”? Cosa significano quelle orride spunte?
Ok, calmiamoci: facciamo un bel respiro e cerchiamo di capirlo insieme.

Spunte blu: cosa significa quando l’altro non risponde ai tuoi messaggi

La prima risposta che ci verrebbe da dare a questo quesito è: niente.
Non solo letteralmente (se qualcuno visualizza ma non risponde, di certo non potrà succedere molto) ma anche figurativamente.
Ma che persona è una che lasciaappesi” gli altri, senza neanche degnare di rispondere?

Ok, va bene, facciamo un altro respiro profondo e partiamo dalle basi. Che cosa significa quando vedi quelle temutissime spunte blu sul tuo telefono?
Ovviamente la situazione cambia da persona a persona ed anche da rapporto a rapporto: le spunte blu del tuo fidanzato dopo un litigio sono decisamente diverse da quelle di un tizio appena conosciuto!

LEGGI ANCHE –> Perché sono ancora single? La scienza svela perché è così difficile trovare un partner a 30 anni

Il messaggio delle spunte blu, comunque, è molto più chiaro (o almeno così pensa chi lo “usa” come strumento di comunicazione) di un trattato di sociologia.
Non sono interessato“: lasciare qualcuno in attesa di una risposta o non degnare l’ultimo scambio di commenti neanche con una parola è, in fin dei conti, abbastanza chiaro!

Che il tuo fidanzato o la tua cotta abbiano le “spunte blu” attive o meno, il risultato è solo uno: quando qualcuno smette di rispondere ti sta dicendo che ha altro, di più importante, da fare.
Ovviamente capitano occasioni nei quali veniamo lasciati in sospeso a causa di un impegno: il lavoro (dopotutto ci pagano per farlo), gli impegni familiari, una corsa per prendere l’autobus.

LEGGI ANCHE –> Non gli piaci abbastanza? Scopriamolo grazie al “benching”: ecco di cosa si tratta

Ci sono svariate situazioni sentimentali e relazionali oltre che numerosissimi motivi per i quali finisci per visualizzare le “spunte blu“, invece di una risposta.
Ricorda che, al netto dei contrattempi e degli imprevisti, il messaggio non potrebbe essere più chiaro: la persona in questione non ha assolutamente voglia di risponderti.

Gli imprevisti di cui sopra, poi, non sono una scusa! Se è passato anche solo un giorno e guardi ancora le spunte blu, non confonderti.
La persona in questione non è interessata. (Anche se ti aveva detto di sì o si comporta in una maniera che te lo fa presupporre: fidati delle spunte blu).

E adesso? Cosa puoi fare?

Cosa fare quando qualcuno ti lascia il “visualizzato”

Generalmente c’è veramente molto poco da fare: per quanto sia legittimo non provare interesse, comportarsi come da maleducati non è mai la risposta.
(E le spunte blu sono il paradigma della maleducazione: sei stato avvisato!)

LEGGI ANCHE –> Hai mai conosciuto un “wokefish”? Ecco chi è e perché dovresti evitarlo

Ma cosa puoi fare, allora, quando qualcuno ti lascia on read?
Ecco i passaggi da seguire man mano consigliati anche da Cosmopolitan.

  • accettare il rifiuto: capita a tutti, nella vita, di sentirsi rifiutati da una persona che ci piace e che ci ha fatto credere di interessata a noi.
    Cerca di prendere confidenza con questa idea.
    Tra di voi non ci sarà niente, soprattutto perché implorare qualcuno per avere le sue attenzioni non è mai un buon punto di partenza!
    Le spunte blu sono un rifiuto (da maleducati, certo, ma sempre tale): prendile come un punto d’arresto!
  • rileggere quanto hai scritto: vale la pena usare questa occasione come un’opportunità per crescere. Cosa hai scritto che ha “creato” il problema? Cosa è successo che ha fatto perdere all’altro la voglia di rispondere?
    Fai un poco di autocritica, soprattutto se necessaria, e cerca di capire se e cosa potresti aver sbagliato nei modi o con le parole.

LEGGI ANCHE –> Peggio il “ghosting” oppure l’orbiting? Scopriamo insieme di che cosa si tratta

  • non scrivere di nuovo: no, no e assolutamente ancora no. Non mandare un altro messaggio! Dobbiamo davvero spiegarti il perché?
    Mandare un altro messaggio significherebbe svalutare il tuo tempo e la tua persona, dando troppa importanza ad un figuro che ti lascia con le spunte blu.
    Ignorare di rimando è la tecnica migliore per fargli capire che ha sbagliato (ed anche per andare avanti il prima possibile).
  • cerca di capire se c’è uno schema: prima ti lascia appesa, poi si fa sentire. Un giorno non risponde per ore ed ore, l’altro lo trovi sotto casa con un mazzo di fiori.
    Ma insomma, cosa c’è che non va?
    Forse il suo è uno schema che si ripete costantemente, nel quale ti “usa” quando vuole passare il tempo con qualcuno e ti “scarica” quando ha “di meglio” sotto mano.
    Facci caso ed agisci di conseguenza!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da elis1839_ (@elis1839_)

Insomma, ti ha lasciata con le “spunte blu”?
Bene, è quasi sicuramente una persona che non vale il tuo tempo.
Adesso sai cosa fare: archivia la conversazione e concentrati… su di te!

Da leggere