Come costruire fai-da-te un’arnia per le api. Il metodo facile e veloce che ti stupirà

Come costruire a casa un’arnia per le api. Ecco la mini-guida che ti aiuterà passo dopo passo. Con questo metodo il risultato sarà perfetto!

Le api salveranno il pianeta, lo dice la scienza. Questi piccoli insetti, a volte temuti, sono responsabili di circa il 70% dell’impollinazione di tutte le specie vegetali esistenti sul nostro pianeta. Ma c’è di più. Le api, con il loro prezioso contributo, garantiscono il 35% della produzione di cibo, a livello globale.

L’impollinazione è fondamentale per il corretto equilibrio dell’ecosistema. Purtroppo, negli ultimi anni, le api sono a rischio estinzione. Se ne vedono sempre di meno e, questo, è un grave pericolo per tutta la produzione agricola.

arnia
(Adobe Stock)

In alcune città, sia in Italia che all’estero, è stata avviata una campagna di sensibilizzazione per proteggere le api. Intere aree sono state dedicate alla loro riproduzione. ‘Bee my future’ è il nome del progetto promosso dall’associazione produttori apistici della provincia di Milano, che conta già più di 8mila alveari.

Sono sempre di più gli italiani che decidendo di aiutare le api a riprodursi nel rispetto dell’ambiente. Cresce il numero dei giardini privati che ospitano delle arnie. Ma cos’è esattamente un’arnia? E’ il ricovero artificiale dove vive la colonia di api domestiche e nel quale costruisce il favo, così come accade nell’alveare naturale.

Se anche tu vuoi proteggere le api, ti sveliamo i segreti per costruire un’arnia fai-da-te in poche mosse. Il risultato sarà perfetto. Ecco il metodo facile e veloce!

Come costruire un’arnia in poche mosse. Tutti i passaggi

Se stai muovendo i primi passi nel fantastico mondo dell’apicoltura domestica, non puoi non partire dall’arnia. Puoi costruirla in poco tempo, in tutte le sue parti, procurandoti dei materiali specifici. Scopriamo insieme come si procede.

arnia
(Adobe Stock)

  • Parti dal basamento. E’ una struttura necessaria per sollevare l’arnia dal terreno. Per crearla, puoi riciclare una vecchia panchina oppure un tavolo che non usi più.
  • Predisponi un fondo. Altro non è che la seconda sezione/strato dell’arnia. Per realizzarlo, in genere, si usa una griglia oppure una tavola di legno. Il fondo serve da base per l’intera struttura. La griglia, forse, è quella più usata perché consente alle api di entrare ed uscire senza problemi e, al contempo, assicura una buona ventilazione.
  • Aggiungi un riduttore d’ingresso. Puoi usare un piccolo pezzo di legno per bloccare parte dell’ingresso dell’arnia. Così facendo, renderai più difficile l’accesso agli insetti a caccia del miele prodotto dalle api.
  • Metti una cremagliera a doghe. S’inserisce tra il fondo e la camera di covata. Di solito è un pannello in legno che presenta strisce sottili che formano una sorta di rastrelliera. Questo componente facilita l’accesso delle api alla camera di covata.
  • Prevedi un buon corpo per la tua arnia. E’ la parte più importante. Solitamente è in legno d’abete ed è la ‘casa’ in cui vivono le api. Puoi usarne anche 2 per ogni arnia.

LEGGI ANCHE –> Miele: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo

  • Inserisci dei telai in ogni corpo. Si tratta delle cornici sulle quali le api andranno a modellare la cera. Ogni corpo può ospitare fino a 8-10 telai.
  • Aggiungi un separatore per l’ape regina. Questo elemento serve ad evitare che la regina depositi le sue uova nel miele. Si tratta di una griglia i cui fori sono abbastanza grandi da permettere il passaggio di tutte le api, tranne che della regina.
  • Non dimenticare il melario. E’ un elemento prezioso perché, in esso, le api conserveranno il miele prodotto.
  • Inserisci un coperchio interno. E’ lo strato finale dell’arnia, da collocare sopra il melario. Di solito ha due lati, uno per il periodo primavera-estate e, l’altro, per quello autunno-inverno.
  • Metti un coperchio esterno. Serve a proteggere l’arnia dagli agenti atmosferici. Può essere in metallo e, in buona sostanza, altro non è che il ‘tetto’ della struttura.

Ogni arnia può avere delle dimensioni specifiche, a seconda delle diverse esigenze. Per i dettagli strettamente tecnici, puoi chiedere consigli a qualche apicoltore. La cosa importante, però, è che la tua arnia includa tutti gli elementi sopraelencati.


 

 

Da leggere