Cosa succede al nostro cervello quando camminiamo velocemente? Stupefacente

Uno studio recente ha evidenziato un effetto stupefacente della camminata veloce sul nostro cervello. Tutti hanno iniziato a fare fitwalking.

Abbiamo spesso parlato dei notevoli benefici a livello psico-fisico derivanti dal camminare velocemente. Uno studio ha dimostrato che trai i tanti benefici del fitwalking ce n’è uno legato all’eterna giovinezza.

Photo FreePik

Camminare veloci promuove il benessere cerebrale

Camminare velocemente aiuta il cervello a restare giovane. Gli esperti concordano e consigliano anche una passeggiata di almeno mezz’ora al giorno per promuovere la salute del corpo. Ma camminare non basta, bisognerebbe farlo nel modo giusto per ottenere questi innumerevoli vantaggi. Bisogna camminare velocemente, e mai camminare tenendosi per mano.

Camminare velocemente è la base del fitwalking. Col termine velocemente si intende almeno alla velocità di 6 km orari e ancora più della velocità è determinante la continuità.

I maggiori benefici si ottengono praticando con costanza questa attività.

Ben noti i benefici a livello di diminuzione del grasso addominale, cellulite e miglioramento della salute cardio circolare, un recente studio ha dimostrato anche l’esistenza di una relazione tra benessere cerebrale e camminata veloce. 

Lo studio in questione è stato condotto dalla Duke University King’s College di Londra che ha stabilito l’esistenza di neuroni di maggiore qualità nel cervello di coloro che hanno questa abitudine.

LEGGI ANCHE—> Camminare: nove cose che accadono al tuo corpo quando lo fai

Stando ai risultati dello studio coloro che su base regolare hanno l’abitudine di camminare velocemente possono vantare di avere una mente più giovane rispetto a coloro che sono pigri e conducono una vita che esclude l’attività fisica.

Dalla velocità dell’andatura dipenderebbe lo stato del nostro corpo a livello fisico e cerebrale e i primi risultati delle nostre abitudini sono visibili già intorno i 45 anni sottoponendosi a test neurocognitivi come quelli usati in seno allo studio.

Photo FreePik

Tra i partecipanti allo studio, le persone amanti del fitwalking giudicate mentalmente più giovani sono state giudicate più dotate dal punto di vista di:

  • QI
  • linguaggio
  • resistenza allo stress
  • autocontrollo emotivo

Da leggere