In Inghilterra sono introvabili, un boom inaspettato, ma perché vanno a ruba?

Sono giorni che non si parla d’altro, questo fenomeno ha stupito tutti e ormai siamo tutti curiosi di scoprire il perché.

Nei negozi non si trovano più da tanto eppure non stiamo parlando di un bene di prima necessità, sono un elemento decorativo, apprezzato da anni ma perché l’interesse verso questi ornamenti da giardino è esploso? Cos’é che rende questi nani da giardino così desiderati?

nani da giardino boom
Photo AdobeStock

Boom inaspettato dei nani da giardino, perché sono introvabili?

I nani da giardino vanno a ruba, apprezzati universalmente sembrano essere particolarmente graditi in Inghilterra dove è ormai praticamente impossibile trovarli. A dare la notizia è il sito britannico The Guardian, che spiega anche le possibili motivazioni.

I nani da giardino sono adorabili e molte persone ne tengono qualcuno nel giardino per impreziosire e vivacizzare il loro piccolo angolo verde. Quel che stupisce è quello che sta avvenendo recentemente in Inghilterra. Negli ultimi l’interesse per questo articolo da giardino è cresciuto in maniera esponenziale tanto che attualmente si parla di un vero e proprio boom e seppure la domanda sia molto alta, nei negozi sono ormai introvabili.
In pochi anni i nani da giardino sono diventati l’articolo da giardinaggio più richiesto. Ma perché e soprattutto perché non si trovano più?

A fare luce sulla questione ci ha pensato il sito The Guardian intervistando il vicedirettore di una grande catena di articoli da giardinaggio inglese l’ Highfield Garden World di Whitminster, nel Gloucestershire.

Ian Byrne, vicedirettore di questo colosso del giardinaggio ha confermato: “Non vediamo l’ombra di uno gnomo da sei mesi ormai, purtroppo”.

LEGGI ANCHE—> Coronavirus | Ecco perché le persone acquistano tanta carta igienica

Uno dei motivi di questo incremento di interesse risiede probabilmente nella sua scarsità,  da quando sono diventati più rari le persone hanno iniziato a desiderarli di più e il motivo per il quale non si trovano è legato anch’esso alla scarsità delle materie prime usate per realizzarli.

Byrne ha affermato che  le materie prime in generale stanno scarseggiando sempre di più  e purtroppo gli gnomi sono una delle prime vittime di questa carenza: “I nani di qualsiasi tipo, plastica, pietra o cemento, scarseggiano. Sono stati molto popolari nelle ultime due stagioni, abbiamo visto una massiccia impennata nelle vendite e sicuramente hanno attirato un tipo di clientela diversa dai semplici appassionati di giardinaggio”.

Un altro motivo per il quale le persone hanno comprato più nani da giardino è legato al Covid e alla pandemia. Le persone rilegate in casa hanno occupato il tempo riordinando case, garage e chi aveva la fortuna di avere un giardino si è dato al giardinaggio, la necessità di impiegare il proprio tempo in qualche modo unito alla necessità di uno spazio all’aperto ha fatto riscoprire alle persone il piacere di godersi un giardino ben curato.

brexit
Photo AdobeStock

Infine il blocco delle navi nel canale di Suez che ha tenuto bloccate le navi commerciali di mezzo mondo con oltre 300 imbarcazioni merci in attesa e conseguente danno economico peggiorato dalla Brexit, ovvero dall’uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea che ha fatto impennare ulteriormente le tariffe commerciali del paese che ha dovuto rinunciare ai dazi agevolati sull’importazione delle merci UE, hanno dato il colpo di grazia nell’impedire ad una domanda sempre più crescente di essere soddisfatta.

Da leggere