Come pulire una porta blindata in poche mosse. Tutti i trucchi per un risultato impeccabile

Consigli e rimedi fai-da-te per pulire la porta blindata in poche mosse. Ecco la mini guida che ti alleggerirà il lavoro. Scopri subito di più!

In oltre un anno di pandemia Covid-19 abbiamo imparato a pulire bene ogni superfice. Gli esperti raccomandano di igienizzare piani d’appoggio, scrivanie, tastiere di pc e qualsiasi altro oggetto a contatto diretto con le nostre mani. E’ una precauzione per arginare la diffusione del contagio.

La prevenzione, in termini di igiene accurata, passa anche dalla casa. E’ in questo luogo che passiamo molto tempo, a causa di divieti e restrizioni. Mensole, tavoli, sedie pavimenti e così via possono diventare un ricettacolo di germi e batteri. Va riservata un’attenzione particolare alle maniglie, soprattutto a quelle delle porte d’ingresso.

porta
(Adobe Stock)

In questo articolo vogliamo soffermarci sulla pulizia di una porta blindata. E’ una scelta quasi obbligata per chi desidera una maggiore sicurezza per la propria casa. La porta d’ingresso necessita di una manutenzione periodica, fondamentale per mantenerla in buono stato più a lungo. Tutto parte dalla pulizia. Scopriamo insieme come procedere, passo dopo passo, per avere un risultato impeccabile.

Come pulire una porta blindata senza rovinarla. Il metodo

Una porta blindata, al pari di grate, serramenti e persiane, ha bisogno di manutenzione e controlli periodici. Una buona pulizia è indispensabile per il corretto funzionamento del meccanismo della serratura.

La porta d’ingresso è esposta all’azione degli agenti esterni, in primis della polvere, che possono compromettere le caratteristiche estetiche e funzionali. Facciamo il punto per avere una pulizia efficace in pochi step.

porta
(Adobe Stock)

  • Parti sempre da una spolverata approfondita. E’ la prima cosa da fare, almeno 2-3 volte a settimana. Aiutati con un panno morbido e con uno spazzolino a setole morbide, per rimuovere lo sporco anche negli angoli più difficili da raggiungere.
  • Passa a pulire il pannello esterno. Per andare sul sicuro, il consiglio è di utilizzare un panno in microfibra imbevuto in una soluzione di acqua e sapone neutro. Fai attenzione al rivestimento della tua porta blindata. Può essere in legno, alluminio, gres porcellanato e così via. Quindi, se desideri una pulizia più accurata e non ti basta la soluzione con acqua e sapone, scegli un prodotto specifico per il tipo di materiale.

LEGGI ANCHE –> Tapparelle sporche? Ecco come liberarsi dello sporco con metodi infallibili

  • Segui la regola dei 3 passaggi. La corretta pulizia del pannello porta si divide in tre fasi. Per la prima, devi utilizzare un panno morbido imbevuto in una soluzione con sapone neutro. Il secondo passaggio, invece, va effettuato con un panno in microfibra privo di sapone. Infine, l’ultimo step, prevede di passare un panno morbido e asciutto su tutta la superfice.
  • Scegli la tempistica per la pulizia. Sei tu a decidere come e quando pulire la tua porta blindata. Puoi optare per una pulizia veloce e più frequente, per esempio ogni settimana, oppure per un lavaggio periodico e più approfondito, magari una volta al mese. Tutto dipende dalle tue esigenze.
  • Occhio alla serratura. E’ il componente più importante. Per il suo corretto funzionamento, devi eseguire interventi di pulizia e lubrificazione periodici. Se non pulita adeguatamente, la serratura può essere soggetta a malfunzionamenti, blocchi e nei, casi più gravi, a rotture. La parte interna è quella più delicata; la polvere accumulata può causare problemi. Non aspettare che la serratura si rompa per poi dover chiamare il fabbro! Esegui una manutenzione periodica utilizzando un lubrificante di buona qualità, magari uno alla grafite.

Mantenere in buono stato la porta blindata d’ingresso non è poi così difficile. Sono sufficienti pochi accorgimenti. L’importante è avere metodo e selezionare bene i prodotti per la pulizia. Ora sai come fare per avere un risultato perfetto, risparmiando tempo e fatica.

 

 

Da leggere