Non vi fidate l’uno dell’altra? Ecco cinque modi per cambiare le cose e vivere un rapporto a due più sereno

Nel rapporto a due manca la fiducia reciproca? Ecco i cinque passi da compiere per cambiare le cose.

In un rapporto di coppia, ci sono diversi fattori importanti senza i quali le cose non possono andare bene. Il solo amore, infatti, per quanto sia bello pensare il contrario non può sopportare i cambi di rotta a cui spesso ci sottopone la vita né le intemperie ed i continui alti e bassi a cui si è soggetti sia come singoli che come duo. Per questo motivo ci sono dei capisaldi che servono per far si che un amore possa durare a lungo. E tra questi, uno dei più importanti è la fiducia.

Cosa fare, però, se nonostante gli sforzi non si riesce a fidarsi l’uno dell’altra? Per fortuna ci sono almeno cinque passi che si possono compiere per cambiare le cose o per capire quali sono gli step successivi da intraprendere.

Come fidarsi l’uno dell’altra e dar vita ad un rapporto di coppia stabile e duraturo

coppia in cirsi, come comunicare
Comunicaizone nella coppia in crisi (Istock Photos)

Se la fiducia non è uno dei punti di forza della vostra coppia è giunto il momento di cambiare le cose. In questo modo si porterà il rapporto a crescere in modo genuino, portando maggior complicità e benessere. Per ottenere tutto ciò è ovviamente importante lavorarci su e per farlo serve fare delle mosse importanti e senza le quali sarebbe impossibile andare avanti. Pensare di vivere a lungo una storia senza fiducia reciproca è infatti impensabile. Motivo per cui, oggi, vedremo su quali punti concentrarsi per cambiare le cose ed amarsi senza continue ansie o tensioni nascoste.

Risalire al perché della mancanza di fiducia. La prima cosa da fare quando si sta insieme è essere sinceri prima di tutto con se stessi e subito dopo con il partner. Se la storia va avanti a suon di scenate o di liti per via della gelosia o della mancanza di fiducia, il primo passo da compiere è quello di capire l’origine del problema. Questo di solito nasce da una difficoltà da parte di uno dei due partner o di tutti e due o dalle azioni sbagliate da parte di uno o di entrambi.

Se nel primo caso può essere utile parlare per capire che quanto avvenuto con altri non conta e che la storia merita un atto di fede per poter andare avanti, nel secondo caso è importante capire cosa si vuole. Se ci sono menzogne o tradimenti pregressi, questi andranno affrontati (anche con l’aiuto di un terapeuta). E questo perché sarà solo mettendo da parte il passato che si potrà iniziare a costruire qualcosa di solido.

Parlare. La comunicazione è ovviamente alla base della fiducia ma anche della conoscenza di se e dell’altro. Per far da singoli si diventi un duo è quindi importante lasciare sempre aperta la comunicazione. Raccontarsi, aprirsi con l’altro e dirsi tutto sono aspetti importanti che fanno la differenza e che con il tempo diventano mattoni stabili ed in grado di dar vita ad una fiducia reale e concreta.

Fonte: Istock

Avere pazienza. Se uno dei due è più diffidente dell’altro, è giusto portare pazienza e non prendere la cosa sul personale. Affrontando il problema insieme si può infatti imparare a progredire a piccoli passi. In questo modo si arriverà a poter contare su una relazione stabile e sicura. Una nella quale affidarsi finalmente all’altro. Per riuscirci però è importante sapere di avere tutto il sostegno del partner. In questa fase, infatti, è importante poter dire di cosa non ci si fida senza paura di essere giudicati.

LEGGI ANCHE -> L’amore ha 5 fasi. Sicura di riuscire a superarle tutte? Molti si fermano alla terza

Essere sempre sinceri. Ovviamente, se si sta cercando di costruire qualcosa di solido per la vita a due è necessario non distruggere tutto con delle bugie. È quindi indispensabile dirsi tutto, comunicare come ci si sente e ammettere anche sbagli che si sa già potranno portare a dei litigi. Le discussioni, infatti, si risolvono. Ma la mancanza di fiducia è qualcosa che divora dall’interno la coppia e che poco a poco finisce per distruggerla.

Fare gioco di squadra. Nel rapporto a due la coppia è prima di tutto una squadra. Per questo motivo si dovrebbe essere complici e sempre pronti ad agire per il benessere dell’altro e, ovviamente, della coppia. Fare gioco di squadra significa mettere momentaneamente da parte le proprie priorità per aiutare l’altro e cercare di capire sempre cosa è meglio per il benessere del rapporto. Per fare tutto ciò non occorrono grandi sforzi. Basta iniziare e con il tempo, l’amore e la buona volontà si otterranno risultati sempre migliori.

In alcuni casi, ci si può trovare a fare i conti con problemi difficili da risolvere da soli. Quando ciò avviene la scelta più saggia è quella di provare con la terapia di coppia. In questo modo si troverà un metodo ed un modo corretto per affrontare le cose. Una sorta di scuola che sarà utile anche in futuro portando la coppia a vivere il rapporto nel modo più sereno e costruttivo possibile.

Da leggere