Starnutire sempre ad occhi chiusi? Ecco la spiegazione scientifica che ti stupirà

Starnutire ad occhi chiusi è ciò che capita esattamente a molti di noi. Il tutto non è casuale. C’è una spiegazione scientifica che ti stupirà. Scopri di più!

Capita spesso di starnutire. Lo facciamo quando ci becchiamo l’influenza stagionale, in primavera con i primi pollini, a causa di allergie agli acari della polvere e così via.

starnutire
(Adobe Stock)

In ogni caso, è sempre molto fastidioso starnutire. In alcune situazioni è persino imbarazzante. Non c’è nulla di più antipatico che starnutire nel bel mezzo di una riunione di lavoro o in attesa di entrare in un ufficio pubblico, mentre si fa la fila, attirando l’attenzione di tutti.

Insomma capita spesso di starnutire. Ma la domanda è: perché lo facciamo quasi sempre ad occhi chiusi? Non riusciamo proprio a tenerli aperti e, la cosa, non è casuale. Anzi c’è una spiegazione scientifica. Scopri subito qual è!

Starnutire sempre ad occhi chiusi. Cosa dice la scienza

In questo periodo di pandemia Covid-19 facciamo tutti più attenzione a starnutire nel gomito. Ce lo raccomandano gli esperti. E’ un modo per non trasmettere agli altri il contagio. C’è però una costante, ovvero quella di chiudere gli occhi.

Lo starnuto parte ogni volta che i sensori del naso avvertono la presenza di particelle esterne. E’ quindi una difesa del corpo che scatta in automatico. Infatti, quasi sempre non riusciamo a trattenere lo starnuto. In un frangente simile, si attivano parecchi muscoli, inclusi quelli facciali. E sono proprio questi che ci fanno chiudere gli occhi.

naso
(Adobe Stock)

Gli esperti sostengono che, molto probabilmente, chiudere gli occhi è un modo per proteggerli. Tieni conto che, per espellere le particelle esterne dal naso, s’innesca una pressione molto alta. In pochi secondi, essa prende una velocità tale che può arrivare fino a 160 Km/h. Davvero incredibile! A questo punto gli occhi si chiudono per difesa, in particolare per proteggere i dotti lacrimali.

Stando così le cose si potrebbe pensare che, starnutire ad occhi aperti, sia quasi un danno irreparabile. Per fortuna non è così. Certo la pressione alta c’è, lo abbiamo appena detto, ma comunque non si rischia nulla di grave. Al massimo, in soggetti con fragilità capillare, si potrebbe verificare la rottura di qualche piccolo vaso sanguigno. In ogni caso, il tutto si risolverebbe in pochi minuti.

LEGGI ANCHE –> Perché ad alcuni la luce spenta fa venire da starnutire

Veniamo ora a qualche consiglio pratico per evitare arrossamenti al naso. Ti consigliamo di usare fazzoletti di carta molto morbidi. In commercio ce ne sono tanti, anche arricchiti di piacevoli fragranze. Meglio ancora sarebbe usare fazzolettini di stoffa, magari in puro cotone.

Ti sconsigliamo vivamente, in ogni caso, di soffiare forte il naso. Non fare sforzi, aspetta che ti dia un segnale chiaro, che ti faccia capire che bisogna ripulirlo. Inoltre, ci sono spray e altre soluzioni detergenti che aiutano a disinfettare le cavità nasali. Si tratta per lo più di prodotti da banco, quindi acquistabili senza obbligo di prescrizione medica.

Se hai il naso chiuso, puoi provare anche alcuni rimedi naturali. Su tutti i suffumigi, magari aggiungendo dell’olio essenziale di eucalipto. Sono un vero toccasana per sbloccare il naso in pochi minuti. Si possono fare anche dei lavaggi con soluzioni fisiologiche, che sono altrettanto efficaci.

Ora sai perché starnutisci sempre ad occhi chiusi. Una curiosità interessante che ribadisce un concetto preciso: il nostro corpo è una macchina perfetta! Ci lancia sempre dei segnali e spetta a noi saperli interpretare nel modo più giusto.

Da leggere