Come pulire il passeggino del tuo bambino in poche mosse. La mini guida che ti alleggerirà il lavoro

Se ti stai chiedendo come pulire bene il passeggino del tuo bambino, allora sei nel posto giusto. Ti diciamo come fare, con consigli e rimedi infallibili. Scopri subito di più!

Con un figlio piccolo il passeggino è indispensabile. Non se ne può fare a meno in quasi tutte le attività quotidiane. Accompagna il bambino nella fase più delicata, ovvero quella in cui non sa camminare o, comunque, non sa farlo ancora bene.

passeggino
(Adobe Stock)

In verità il passeggino è molto utile anche dopo. Un bambino di 2-3 anni, infatti, difficilmente potrà reggere la fatica di una lunga passeggiata. Dopo un po’ di tempo è naturale che si stanchi e voglia sedersi.

In commercio c’è una vasta gamma di passeggini, da quelli più basic a quelli con tecnologia hi-tech. I prezzi, ovviamente, variano. Alcuni modelli sono trio, ovvero sono composti da 3-4 elementi. Ecco quali sono.

  • Telaio. E’ la parte che include le ruote e tutti gli altri elementi. Può essere in acciaio, alluminio o plastica rigida.
  • Ovetto. Si sgancia e si usa per un trasporto veloce. Può essere montato anche in macchina.
  • Carrozzina. E’ detta anche ‘culla’ o ‘navetta’ e si usa al massimo fino al terzo mese di vita.
  • Passeggino. Entra in gioco intorno al 4°-5° mese, cioè quando il bambino riesce a stare seduto meglio.

Di solito un passeggino trio è più economico di una carrozzina. Comunque, al di là dei modelli, pulizia e manutenzione sono indispensabili.

Come pulire bene il passeggino. Tutti i passaggi

E’ importante tenere sempre ben pulito il passeggino. Questo perché il bambino lo tocca in più punti con le mani che, poi, porta alla bocca. Tutte le superfici, a partire dalla ruote, possono diventare un ricettacolo di germi e batteri.

Vediamo insieme quali sono gli step per una pulizia impeccabile. Li riassumiamo di seguito.

passeggino
(Adobe Stock)

  • Pulisci il telaio. Per farlo bene, smonta il passeggino. Il telaio è una struttura modulare composta in acciaio inox, alluminio o plastica rigida. Per la pulizia ci sono prodotti specifici, ma evita quelli troppo aggressivi che potrebbero rovinare i materiali e nuocere alla salute del tuo piccolo. In alternativa, puoi preparare una soluzione di acqua tiepida con sapone di Marsiglia o aceto bianco.
  • Lava le parti in tessuto. Il passeggino sfoderabile è più comodo. Le parti in tessuto si staccano e possono essere lavate a mano o in lavatrice. In ogni caso, utilizza saponi neutri perché i rivestimenti entrano in contatto con la pelle del bambino. Se lavi a mano strofina bene. Puoi aiutarti con una spazzola a setole morbide, con un spazzolino da denti o con qualsiasi altro attrezzo che ti aiuti a rimuovere lo sporco anche dagli angoli più difficili.

LEGGI ANCHE –> Coprire il passeggino, il gesto pericoloso da evitare quando fa caldo

Questi sono i passaggi per una pulizia completa. Ma, per conservare in ottimo stato un passeggino, serve una manutenzione costante. La prima cosa da fare è oliare almeno una volta al mese le ruote. Così facendo, il passeggino avrà una mobilità impeccabile.

Inoltre ti consigliamo di verificare, periodicamente, il corretto funzionamento di tutti gli componenti. Parliamo del sistema di apertura e chiusura, dello schienale reclinabile, dei freni, delle molle e così via.

Pulire il passeggino bene, ogni giorno, spesso resta soltanto un buon proposito. La routine fatta di mille impegni è un grosso limite. Se non hai molto tempo, almeno igienizza le parti a contatto diretto con la palle del tuo bambino. Inizia sempre da una buona spolverata.

 

 

 

Da leggere