Le verdure che crescono più velocemente quando tagliate

Hai la fortuna di avere un piccolo angolo verde dove poter coltivare qualche verdura? Scopri come avere una produzione regolare senza sforzo.

Avere un piccolo angolo verde da coltivare apporta moltissimi benefici. Oltre ad essere un’attività che ti aiuta ad eliminare lo stress, occuparti di orto e giardino fa bene alla tua salute, perché ciò che pianti tu è molto più salutare di molti prodotti presenti sul mercato. Affinché tu possa godere di una crescita regolare delle tue piante, ti basterà potarle. Scopri quali piante subiscono un’accelerazione della crescita grazie al taglio.

orto in casa
Photo AdobeStock

Le piante che crescono più velocemente quando le tagli

Potresti godere di alcune piante per tutto l’anno. Avere una produzione regolare è molto semplice e ti aiuta a risparmiare denaro, basta affidarsi al taglio in alcuni casi. Generalmente la produzione regolare si ottiene rimuovendo le foglie esterne e lasciando intatte le foglie interne, anche se non vale la stessa regola per tutte le piante, tagliando le piante si libera dello spazio affinché possano crescere i giovani germogli.

Ecco le piante che dovresti tagliare e come tagliarle:

1. La rucola

rucola pressione alta
Photo Adobe Stock

La rucola è un ortaggio a foglia verde dal gusto amarognolo che si sposa benissimo con l’insalata, i pomodorini e le scaglie di grana. Si può raccogliere la rucola già 4 settimane dalla semina. La rucola tenera è molto più gustosa. Per raccogliere la rucola e farla ricrescere basta tagliarla con la forbice a pochi cm dalla base del terreno quando raggiunge i 10 cm.

2. Asparagi

Ricordate di irrigare regolarmente le piante di asparagi e di raccogliere l’asparago quando diventa scuro. L’asparago andrebbe raccolto a scalare, quando i turioni hanno raggiunto i 12 cm, si può usare un coltellino per tagliare l’asparago qualche centimetro sotto il livello del terreno.

3. Basilico

orto in casa
Photo AdobeStock

Il basilico è una pianta che cresce rapidamente, ha bisogno di acqua e sole. Per raccogliere il basilico in modo regolare bisogna tagliare le punte degli steli e ritardare la fioritura poichè dopo che la pianta ha fatto il fiore invecchia in poche settimane. Questa operazione si chiama cimatura. Quando la pianta di basilico raggiunge i 15 cm si possono raccogliere le sue foglie, dall’alto, con le mani perchè la pianta è molto tenera, anche se le foglie alla base sono più grandi prediligete quelle in alto. Si consiglia di raccogliere il basilico al mattino presto perchè i suoi oli sono più concentrati in questo orario.

4. Barbabietola

La barbabietola è un ortaggio a radice sempre più presente sulle nostre tavole e particolarmente apprezzata per la sua ricchezza di vitamine del gruppo B e minerali come ferro, sodio, magnesio o potassio. Se desideri raccogliere barbabietole a oltranza ti basterà  tagliare le foglie esterne prima che raggiungano i 15 cm, intorno ai 10 cm le foglie sono tenerissime e si possono cucinare come la bieta.

5. Sedano

Il sedano è un grande alleato della nostra salute e ci aiuta a prevenire molte malattie. Il sedano impiega circa 130 giorni a crescere, quindi bisogna coltivarlo con largo anticipo. Per stimolare la crescita bisogna tagliare gli steli più esterni quando la pianta ha raggiunto i 20 centimetri. Gli steli si conservano a lungo in frigorifero, anche un paio di settimane.

6. Cicoria

cicoria
(Adobe Stock)

La cicoria piace a molte persone. Se desiderate ottenere tantissime foglie di cicoria vi basterà raccogliere spesso le foglie più esterne quando la pianta avrà raggiunto i 15 cm recidendole in maniera netta alla base.

7. L’erba cipollina

L’ erba cipollina è una pianta erbacea che si coltiva con molta facilità. L’erba cipollina arricchisce di gusto la tua tavola e se ne vuoi in abbondanza basta semplicemente tagliare la pianta alla base lasciando pochi cm dalla base dello stelo.

 

Da leggere