Vasetti vuoti degli omogenizzati? Puoi riutilizzarli. Ecco alcune idee per un riciclo creativo

Hai dei vasetti vuoti degli omogenizzati? Non buttarli! Scopri subito alcune idee per un riciclo creativo perfetto!

Con un bimbo piccolo in casa non possono mancare gli omogenizzati. Ce ne sono di diversi marche e, soprattutto, di vari gusti. Di pollo o manzo, di verdure miste al 100% oppure di pesce o di frutti, gli omogenizzati sono indispensabili per la dieta dei più piccoli.

I pediatri raccomandano il consumo di omogenizzati nell’arco dello svezzamento, che va dai 6 ai 12 mesi. E’ una fase molto importante perché il bambino sperimenta nuovi sapori. Al latte materno, che resta un alimento completo, si affiancano quindi altri cibi, fondamentali per avere una dieta variegata.

vasetti
(Adobe Stock)

Gli omogenizzati sono perfetti per i bambini al di sotto dei 3 anni. Inoltre, la loro consistenza simile ad una purea, li rende molto digeribili. Ovviamente gli omogenizzati si possono preparare anche in casa. Basta selezionare materie prime di qualità. Per la conservazione, si consiglia sempre l’utilizzo di vasetti in vetro, per non alterare i sapori.

Se compri regolarmente omogenizzati per il tuo bambino, ti ritroverai spesso con tanti vasetti vuoti da smaltire. Non buttarli! Scopri subito alcune idee per un riciclo creativo.

Vasetti vuoti degli omogenizzati. Ecco come riutilizzarli

I vasetti vuoti degli omogenizzati possono avere una seconda vita. Come? Con il riciclo! Ci sono tante idee per riutilizzarli in poche e semplici mosse. Di seguito ti proponiamo alcuni spunti creativi.

vasetti
(Adobe Stock)

  • Usali come contenitori per le spezie. E’ il primo riutilizzo che ci viene in mente. Lava accuratamente i vasetti, in modo da rimuovere ogni residuo di cibo. Poi asciugali bene con un panno morbido. Il gioco è fatto! Sono pronti per metterci dentro origano, pepe, peperoncino e così via.
  • Crea dei portacandele. Una volta lavati e asciugati, i vasetti vuoti degli omogenizzati possono essere usati come portacandele/lanterne da giardino. Puoi disporli a terra, creando magari un percorso, oppure puoi appenderli agli alberi, per un effetto ancora più scenografico. Dovrai procurarti una confezione di candele da esterno, per intenderci quelle piccole e rotonde.
  • Riutilizzali come contenitori per conservare i bottoni. E’ un altro spunto interessante. Puoi usare i vasetti vuoti per conservare i bottoni, raggruppandoli per tipologie e grandezze. Così facendo, saprai subito dove cercare se dovrai rimpiazzare un bottone caduto dalla camicia o dalla giacca.
  • Trasformarli in simpatici animaletti! Puoi dare sfogo alla tua fantasia. Se sei brava con pennelli e tempere puoi decorare i vasetti vuoti, aggiungendo poi occhi, nasi e bocche in pannolenci. Diventeranno simpatici personaggi o animaletti da mettere nella cameretta dei tuoi piccoli.

LEGGI ANCHE –> Baby food diet, dimagrire con gli omogenizzati funziona?

  • Usali come puntaspilli. E’ un’idea di riciclo creativo molto utile. Ovviamente devi rivestire il coperchio con un’imbottitura morbida di stoffa colorata. Il tuo puntaspilli sarà pronto in pochi minuti.
  • Riutilizzali come mini vasi per i fiori. Dopo averli lavati e asciugati, decora la parte esterna dei vasetti. Puoi aggiungere delle strisce di stoffa colorata, del merletto e così via. Diventeranno dei piccoli vasi per fiori freschi recisi, da appendere magari alle maniglie di porte e finestre.
  • Usali per le confetture fai-da-te. Possono diventare contenitori per le tue marmellate fatte in casa. Puoi rivestire i coperchi con dei sacchetti di iuta, riciclando magari quelli delle bomboniere. Sono un’idea regalo molto originale e apprezzata.

Come spesso diciamo, prima di buttare qualsiasi cosa, pensa a come potresti riutilizzarla. E’ uno stimolo per la tua creatività ma è anche un modo per salvaguardare l’ambiente.

 

 

 

 

 

 

 

Da leggere