7 trucchetti per lavare il cane a casa in poche mosse. Il risultato sarà perfetto!

Scopri subito 7 trucchetti per lavare il cane a casa. Risparmierai tempo e denaro. Avrai un risultato impeccabile in poche mosse.

Avere un cane significa donargli amore e cure costanti. Sono necessarie attenzioni quotidiane. C’è una differenza sostanziale tra gatto e cane. Il primo è più autonomo e se la cava bene da solo in casa anche per giorni, a patto che abbia una buona scorta di acqua e cibo. Per il secondo, invece, è diverso. Non può stare a lungo da solo.

Nell’anno della pandemia Covid-19 sono stati adottati molti cani dai rifugi. La tendenza conferma che l’amico a quattro zampe resta il pet più amato dagli italiani.

cane
(Adobe Stock)

Come dicevamo prima, prendersi cura di un cane deve essere un impegno costante. Non basta garantirgli soltanto cibo e acqua. L’amico pelosetto deve stare anche all’aria aperta, perché ha bisogno di una quantità di movimento commisurata alle proprie esigenze. Ogni padrone coscienzioso sa che deve portare fuori il proprio cane. Ci sono addirittura delle razze che hanno bisogno di 2-4 uscite al giorno.

In ogni caso, c’è un’esigenza che accomuna tutti i cani, ovvero quella di avere un pelo pulito. E’ necessario lavare l’amico Fido periodicamente. Ci si può rivolgere ad una toelettatura oppure si provvede in casa con il fai-da-te. Di seguito alcuni consigli per lavare bene il tuo cane.

Lavare il cane a casa in poche mosse. 7 trucchi infallibili

Per lavare il cane in casa basta seguire alcuni piccoli accorgimenti. Il risultato sarà impeccabile. Ovviamente si possono avere dei dubbi sulle tecniche da impiegare, i prodotti da utilizzare e così via. Di seguito facciamo il punto, schematizzando una serie di consigli pratici.

cane
(Adobe Stock)

  • Il cane deve abituarsi all’acqua. L’amico Fido ha bisogno di familiarizzare con l’acqua, soprattutto se è il suo primo bagnetto. Quindi devi essere paziente e rispettare i suoi tempi. Per aiutarlo a predisporsi meglio al lavaggio, puoi dargli un giocattolino. Se lo accarezzi e gli parli si sentirà ancora più sicuro. Quando il cane si sarà tranquillizzato potrai iniziare il lavaggio.
  • Si parte sempre con una spazzolata. La vasca va riempita con acqua tiepida fino all’altezza delle ginocchia del cane. Fatto questo, devi spazzolare bene il pelo. Questa operazione è importante perché aiuta ad eliminare peli morti, residui di erba, terreno e così via.
  • Attenzione alle orecchie del cane. Sono molto delicate e devi proteggerle, per evitare possibili ristagni d’acqua. Ti consigliamo di usare dei batuffoli di cotone. Devi fissarli bene, senza però spingerli troppo in profondità.

LEGGI ANCHE –> Ecco i cibi che fanno male al tuo cane

  • Lava il cane dal collo in giù. Massima attenzione per testa e muso. Fai in modo che l’acqua mista al detergente non vada a finire negli occhi del cane. Potrebbe avere delle reazioni allergiche. Lavalo sempre partendo dal collo e poi ad insaponare addome, zampe, dorso e coda. Procedi con dei piccoli massaggi circolari.
  • Scegli lo shampoo adatto. Ne devi usare uno specifico per cani. Alcuni prodotti sono senza profumi, per evitare reazioni allergiche nelle razze con cute molto sensibile.
  • Pulisci il muso con un asciugamano. Non devi mai bagnare il muso del tuo cane con acqua e sapone. Per pulirlo, usa soltanto un asciugamano inumidito.
  • Risciacqua e asciuga. A detersione ultimata, risciacqua usando acqua tiepida. Passa poi a tamponare il pelo con un asciugamano. Infine, puoi usare un phon per completare l’asciugatura. L’aria, però, non deve essere troppo calda.

Questi sono i trucchi per un lavaggio fai-da-te del tuo cane. Se non ci sono particolari esigenze, un bagno al mese è più che sufficiente.

 

 

 

 

 

Da leggere