8 alimenti che non dovresti mai lavare prima di mangiarli o cucinarli

Per evitare possibili contaminazioni batteriche in cucina non dovresti mai lavare questi alimenti prima di cucinarli. 

Ci sono alimenti che non andrebbero mai lavati prima di essere sottoposti alla cottura, uno di questi è il pollo che molte persone si ostinano a passare sotto l’acqua corrente prima di metterlo in padella.

La questione riguarda gli agenti patogeni, principali responsabili di l’intossicazione alimentare. Adottare in cucina pratiche igieniche scorrette può danneggiare la nostra salute. Tra queste pratiche igieniche ci sono le scelte di imballaggio per la conservazione degli alimenti, il modo in cui si decide di congelare o scongelare alcuni prodotti e anche il modo in cui decidiamo di lavare frutta e verdura o rispettare la data di scadenza. Scopriamo insieme quali sono gli 8 alimenti che non dovremmo lavare prima di cucinare in ottica di corretta pratica igienica.

lavare alimenti
Photo AdobeStock

Quali sono gli alimenti che non dovresti mai lavare prima di cucinare?

Per evitare contaminazioni in cucina meglio non lavare tutto ciò che stiamo per mettere sul fuoco. Lavarli significherebbe favorire la proliferazione di microbi o semplicemente rovinare il loro valore nutrizionale.

Ecco gli alimenti da non lavare:

  • Il pollo

Il pollo è l’alimento più lavato prima di essere sottoposto alla cottura, nonostante le raccomandazioni di molti esperti che ci ricordano che la carne cruda e soprattutto il pollo, può contenere tracce di batteri a volte molto pericolosi, come la salmonella.

Sciacquare il pollo prima di cuocerlo non distruggere i batteri patogeni, favorisce solo la diffusione dei germi su lavandino, piatti, piani di lavoro, utensili o asciugamani utilizzati per asciugare le mani dopo aver lavato il pollo.

Ricordiamo che questa pratica danneggia soprattutto la salute delle persone che hanno un sistema immunitario fragile come le donne in gravidanza, bambini o anziani.

  • Carne cruda in generale

Quello che vi abbiamo appena esposto non vale solo per il pollo ma per tutta la carne cruda in generale che sottoposta a risciacquo prima della cottura favorisce la proliferazione microbica. Per uccidere i microbi è sufficiente cuocere bene la carne e nel caso sia carne congelata assicurarsi di scongelarla nel modo corretto prima di cuocerla. Ecco il modo più semplice e salutare di scongelare la carne.

  • Uova

Molte persone lavano il guscio delle uova prima di utilizzarle. In realtà dato il modo in cui viene fatto l’uovo, madre natura lo ha dotato di un guscio coperto da un film protettivo che protegge l’uovo dall’intrusione di qualsiasi batterio.

Risciacquare le uova serve solo a diffondere i batteri che si trovano sul guscio, è consigliabile rimuovere lo sporco sul guscio utilizzando carta da cucina usa e getta.

  • Pasta 

Sciacquare pasta e riso non è una pratica dannosa per la salute ma questa pratica dovrebbe essere valutata sotto il punto di vista culinario. Molte persone hanno iniziato a sciacquare il riso per ovvi motivi di salute, se non sai il motivo per cui dovresti lavarlo, leggi questo articolo: Lavare il riso prima di cuocerlo | quando è consigliato e perché farlo. Stranamente, alcune persone applicano la stessa abitudine anche con la pasta con l’intento di rimuovere l’amido. Sapete che è l’amido che permette al sugo di aderire alla pasta? Se la sciacquate cambierà anche il suo sapore. L’unica eccezione in cui si consiglia di sciacquare la pasta è nel caso si voglia preparare una pasta fredda per favorire il raffreddamento ma anche in questo caso si toglie sapore e sapidità alla pasta. Consigliamo in alternativa di scolare la pasta, condirla con un filo d’olio e di disporla su una teglia coperta da carta forno per farla raffreddare.

LEGGI ANCHE —> Il tuo frigorifero non è mai stato così in ordine: scopri i trucchi infallibili

  • L’avocado 

L’avocado ha una buccia molto spessa e dura che è particolarmente repellente ai pesticidi, un buon motivo per evitare di lavarlo dato che l’acqua se trova un punto di ingresso favorirebbe l’annerimento precoce del frutto. In generale, questo vale per tutti gli ortofrutticoli che hanno una buccia molto spessa, come il KIWI, banana, mango , melone…

  • kiwi e mango

Tra i frutti con la buccia spessa troviamo anche Kiwi e mango, arancia, banana e melone. Come nel caso dell’avocado questa buccia funge da barriera per microbi e pesticidi che spesso non riescono a contaminare il frutto. Il risciacquo può essere evitato

  • Funghi

I funghi sono fragili e temono l’acqua nel senso che l’assorbono velocemente e si deteriorano, diventando spugnosi. Per pulirli sarebbe meglio usare un panno umido ed asciugarli con un tovagliolo di carta. I funghi possono anche essere spazzolati per rimuovere la terra con pennelli con setole vegetali.

lavare alimenti
Photo AdobeStock

Gli alimenti che vanno lavati solo appena prima di essere consumati

Alcuni alimenti non andrebbero lavati prima di essere conservati ma dovrebbero essere lavati al momento del consumo.
Quali sono questi alimenti?

L’uva e le prugne ad esempio, avete notato che sono ricoperti da un film biancastro? Questo serve a proteggerli dai germi e preservare il cibo.

Le fragole invece sono molto fragile e l’acqua le rovina ed accelera la maturazione. Piuttosto che mettere le fragole sotto il getto d’acqua immergile in una ciotola d’acqua e aceto, questo passaggio serve a non farle marcire.

Da leggere