Se metti l’ombretto così stai sbagliando anche tu e sembrerai più vecchia

Ogni volta che metti l’ombretto ti sembra di invecchiare 10 anni? Probabilmente stai commettendo questo errore che spesso facciamo.

ombretti dita
Foto da Unsplash

C’è chi usa addirittura le dita ma la maggior parte di noi, in particolare di coloro che veramente sono appassionate di trucco, lo applicano con il pennello.

Stiamo parlando dell’ombretto, la base imprescindibile di ogni trucco occhi ma, a volte, anche il principale imputato quando il risultato non ci soddisfa.

Colore poco saturo, c he va nelle pieghe o che sparisce lungo la giornata. Che dire poi di quando il prodotto non si sfuma bene e diventa tutto chiazze? L’effetto ovvero 80 è in questo caso garantito ma, badate bene, il problema potrebbe non essere l’ombretto usato.

In quest’ultimo caso infatti l’errore si cela spesso nella nostra stessa tecnica, nel modo in cui applichiamo l’ombretto: un metodo sbagliato in cui tutte prima o poi cadiamo per poi pagarlo veramente caro.

Di che errore stiamo parlando? Scopriamolo insieme.

Mettere l’ombretto: se fai così sbagli

pennello ombretto
Foto da Unsplash

Abbiamo già visto i dieci errori da evitare assolutamente quando trucchiamo gli occhi, oggi però vogliamo scendere più nel dettaglio e farvi notare uno scivolone che, probabilmente, continuate a commettere senza neanche rendervene conto.

La domanda è assai semplice: come impugnate il pennello per mettere l’ombretto? Non arrovellatevi perché, ahimè, già conosciamo la risposta.

La maggior parte di noi infatti tende a tenere il pennello proprio come fosse una penna, tenendolo fermamente nella zona vicino alle setole. Poi peggioriamo, se possibile, la situazione muovendolo costantemente da destra verso sinistra e viceversa.

Be’, care amiche, sappiate che si tratta di due notevoli errori.

LEGGI ANCHE –> Sai applicare bene il mascara? 5 errori che commetti senza nemmeno saperlo

Come i make up artist insegnano, bisognerebbe invece impugnare il pennello verso l’estremità opposta alle setole e sfumare poi il colore con movimenti circolari tenendo il pennello perpendicolare all’occhio.

E’ così che si ottengono sfumature impeccabili e colorazioni omogenee, facendo invece come siamo abituate si verificherà il ben noto “trucco a chiazze”, proprio quello delle nonnine più arzille che usano viola e azzurro come solo la miglior Madonna sapeva fare.

Ora siate sincere: anche voi cadevate sempre in questa empasse? Be’, siamo sicure che da oggi ci penserete su molto bene prima di impugnare il vostro pennello da trucco.

Da leggere