Hai un piccolo ripostiglio? Trucchi infallibili per organizzarlo bene con idee salvaspazio

Organizzare un ripostiglio piccolo? E’ una sfida difficile ma non impossibile! Con i trucchi giusti potrai avere un buon risultato. Scopri subito come procedere.

Attrezzare bene un ripostiglio, che sia grande o piccolo, è un’operazione che richiede molta pazienza. E’ importante ottimizzare al meglio ogni centimetro dello spazio, per cercare di sistemare quante più cose possibili.

Non tutte le abitazioni hanno un ripostiglio. E’ molto raro trovarlo in quelle di moderna costruzione. Negli appartamenti più datati, invece, c’è quasi sempre. Chi ne ha uno, comunque, sa bene quanto possa tornare utile in determinate situazioni.

ripostiglio
(Pixabay)

Il ripostiglio può servire per conservare provviste, attrezzi da lavoro, scatoli delle scarpe o del cambio di stagione e così via. L’errore che non bisogna mai commettere, però, è quello di considerare il ripostiglio come un deposito nel quale accantonare ogni cosa. Non è così. Un minimo di selezione va fatta sempre a monte.

Il ripostiglio, in alcune situazioni, è una manna dal cielo. Possiamo nascondervi gli oggetti sparsi in giro per casa, temporaneamente, poco prima dell’arrivo degli ospiti. L’importante, poi, è rimettere in ordine lo sgabuzzino. In questo articolo vogliamo parlare di alcuni trucchetti per organizzare bene lo spazio. Vediamo subito come si procede.

Organizzare un ripostiglio piccolo? Idee salvaspazio

Per sfruttare al meglio il ripostiglio è necessario organizzarlo bene. Bisogna partire dall’arredamento, scegliendone uno funzionale.

Giocano un ruolo importante anche i contenitori, che devono essere capienti, avere chiusure ermetiche e devono essere di materiali resistenti all’umidità. Macchie di muffa possono sempre comparire in una casa, purtroppo, ed è bene prevenirne la formazione.

ripostiglio
(Pixabay)

Ma passiamo ora alla parte pratica e vediamo come si può ottimizzare lo spazio in un piccolo ripostiglio. Elenchiamo di seguito alcuni consigli che possono aiutare moltissimo!

  • Puntate tutto su scaffali resistenti. Sono l’abc nell’organizzazione di un ripostiglio, grande o piccolo che sia. Si consiglia di scegliere modelli resistenti ma, al contempo, pratici e facili da montare. L’obiettivo è quello di sfruttare tutta l’altezza, per accatastare scorte alimentari, detersivi e così via. Siccome la pulizia va fatta periodicamente, è preferibile scegliere scaffali dal design minimale, facilmente spolverabili. Quelli in acciaio resistono bene all’umidità e all’usura del tempo.
  • Mensole o vani in cartongesso? Sono soluzioni alternative alla scaffalatura più tradizionale. Si possono realizzare delle nicchie in cartongesso nel muro, in base alle proprie esigenze. Le mensole sono altrettanto comode. Disponibili in diversi materiali e dimensioni, si montano in poche mosse utilizzando il trapano.

LEGGI ANCHE –> Come pulire il ripostiglio in poche mosse, ecco i trucchi infallibili

  • Scatole giuste per conservare il cambio di stagione. Meglio sceglierle in plastica perché è un materiale che resiste bene all’umidità. E’ importante chiuderle ermeticamente, per evitare che abiti e accessori possano prendere la puzza di muffa o di chiuso.
  • Barattoli in vetro per le provviste di cibo. Un angolo del ripostiglio può diventare una dispensa perfetta per conservare alcuni alimenti come melenzane, funghi o peperoni sott’olio e così via. In questi casi, si raccomanda di usare barattoli esclusivamente in vetro, per non alterare il sapore dei cibi.
  • Usare i post-it per organizzare il ripostiglio. E’ utile mettere su ogni scatola un post-it con una breve descrizione del contenuto. E’ un piccolo trucchetto per cercare subito ciò che si desidera, senza perdere tempo.
  • Appendere dei ganci al muro. E’ un’astuzia per ricavare altri appoggi. Puoi fissare dei ganci per appendere buste di plastica, indumenti da lavoro, ombrelli, vecchi, quadri e così via. Va sfruttato ogni singolo centimetro!

Usa questi trucchetti per un ripostiglio a capienza perfetta. Non è poi così difficile, basta soltanto un po’ di buona volontà.

 

 

 

Da leggere