Se cucini spesso le melanzane, fai attenzione a questi errori comuni

Fai attenzione quando cucini le melanzane si possono commettere alcuni errori, potreste mettere a dura prova le pietanze.

Le melanzane sono verdure spesso utilizzate in cucina come le zucchine, peperoni, verdure tipiche della stagione estiva. Si propongono spesso a tavola in modo diverso grazie alla loro versatilità e proprietà benefiche. Infatti le melanzane sono molto ricche di sostanze nutritive e utili per il nostro organismo, come vitamine e sali minerali.

Le melanzane si prestano benissimo a diverse cotture, grigliate, al forno, ripiene, fritte, si possono gustare come antipasto sfizioso, primo piatto, e contorno. Inoltre anche delle torte salate si possono preparare le melanzane, ma bisogna stare attenti a non commettere errori quando si cucinano le melanzane e possono mettere a dura prova il piatto finito.

Noi di CheDonna.it vi sveliamo i possibili errori da evitare quando si preparano le melanzane.

Melanzane in cucina: errori evitare

Come si può resistere ad un piatto di pasta alla norma, una parmigiana di melanzane, o a delle barchette di melanzane. Quindi se volete servire un piatto a base di melanzane perfette è necessario prestare la giusta attenzione a non sbagliare, talvolta alcuni errori sono banali ma potrebbero mettere a dura prova il piatto finito.

Foto: Adobe Stock

E’ capitato a tutti di servire un piatto di melanzane a funghetti o una parmigiana fritta ma l’ultimo ricordo che avete sono melanzane molle e amare, ma come si può rimediare? Ecco cosa è accaduto, scopriamo.

-Non eliminare l’acqua. Le melenzane prima di prepararle vanno messe sotto sale, in questo modo si elimina l’acqua in eccesso. Basta far perdere più acqua così non risulteranno molle e amare. Dopo avere lavato le melanzane, asciugate e tagliate a listarelle, dadini, o fette dipende dalla ricetta e poi mettete in una ciotola con il sale per almeno 30 minuti, poggiate un piatto e un peso sopra. Poi eliminate il sale in eccesso, basta lavarle e tamponate l’acqua in eccesso con carta assorbente.

-Sbucciare sempre le melanzane. La buccia va rimossa solo quando è necessario, ad esempio le melanzane a barchetta no. Sicuramente dipende dalla ricetta, se la cottura è prolungata è necessario togliere la buccia, perchè potrebbe raggrinzirsi troppo. Se preparate le polpette di melanzane non togliete la buccia.

-Condire troppo. Le melanzane assorbono molto, in particolar modo l’olio, quindi se dovete friggere, fate attenzione, mettete poco olio. Quindi la regola è seguire i consigli della ricetta e non solo olio di qualità e poco.

LEGGI ANCHE–>Se desideri un toast gustoso e perfetto, scopri come prepararlo

-Varietà non adatta. Se dovete preparare le melanzane a barchetta occorrono le melanzane lunghe ma non troppo strette. Solo in questo modo riuscirete a farcirle per bene. Queste sono adatte anche per preparare la parmigiana. Le melanzane ovali o rotonde sono perfette per la frittura e polpette, invece le melanzane con la buccia più chiara sono perfette per grigliarle. Inoltre se volete friggere le melanzane, scegliete quelle con buccia striata, perchè assorbono meno olio.

-Cottura sbagliata. Se le cuocete poco o troppo non va bene, dovrete cuocerle alla perfezione. A differenza di altre verdure, le melanzane contengono solanina che va si può inattivare con la cottura.

segreti in cucina
Foto: Canva

-Melanzane non fresche. Le melanzane che acquistate non devono presentare macchie, al tatto devono essere belle sode e non troppo molle. Quindi evitate di acquistare le melanzane troppo mature.

Quindi prestate sempre attenzione per non ritrovarvi con spiacevoli sorprese quando servite le melanzane.

Da leggere